Santa Maria show: la tripletta di Tandara stende la Cavese

In Coppa Italia i cilentani battono i falchetti tra le mura amiche

Bastano 45 minuti alla Polisportiva Santa Maria per battere al “Carrano” la Cavese con un secco 3 a 1, nel match valido per i trentaduesimi di Coppa Italia Dilettanti. I giallorossi continuano così il cammino nella competizione con una vittoria di prestigio contro la squadra metelliana. Al 4’ splendida manovra offensiva dei giallorossi con Leite Borges, all’esordio assoluto dopo il lungo infortunio di inizio stagione, che viene atterrato da Paduano. L’arbitro Liotta di Castellammare di Stabia assegna il calcio di rigore per i giallorossi e Tandara dagli undici metri non perdona, portando in vantaggio il Santa Maria. Purtroppo, però, il brasiliano è costretto a uscire subito dal campo proprio per il fallo subito dal portiere metelliano.

La reazione della Cavese giunge al 10’ con una deviazione ravvicinata di Corigliano che si stampa sul palo. Al 21’ botta dalla distanza di Emmanouil, pallone che esce di poco dallo specchio della porta. I metelliani rispondono con Diaz di testa, un minuto dopo, sugli sviluppi di un angolo, e la difesa giallorossa devia nuovamente in corner. Opportunità per la Cavese al 32’ con un tiro dal limite di Corigliano smanacciato da Stagkos. Proteste del Santa Maria perché l’azione si è sviluppata con Tandara a terra da un minuto per un colpo subito a centrocampo. Proprio Tandara, al 38’, segna il raddoppio appoggiando comodamente in rete su un tiro-cross rasoterra di De Mattia. È ancora Tandara, a un minuto dal quarantacinquesimo, a gonfiare la rete con un perfetto tiro, su assist di Luscietti, già tre giorni fa assist-man vincente contro la Sancataldese.

In pieno recupero, c’è tempo per un’altra azione pericolosa, con Luscietti vicino al poker. Girandola di cambi per la Cavese a inizio ripresa, mentre il Santa Maria perde anche Stagkos per infortunio al 7’. La prima azione da annotare nel secondo tempo sul taccuino arriva, invece, al 9’ con Giordano che va via in campo aperto per poi lasciar partire un tiro che non inquadra a lo specchio della porta. Si aprono ampi spazi per i cilentani che potrebbero centrare il poker al 13’ con De Mattia: doppia chance per il classe 2003. Prima occasione nella ripresa della Cavese con Diaz che centra la traversa, poi l’arbitro ferma tutto per fuorigioco. Dalla parte opposta è Giordano con una girata a rendersi pericoloso. Imprecisi anche Romano e Luscietti nelle successive due incursioni offensive. La gara scivola via fino al 42’ quando la Cavese va in gol con Zielski di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo (3-1). Nei minuti di recupero, non succede nulla di particolare e la Polisportiva Santa Maria può festeggiare il passaggio del turno.

Il Tabellino

Polisportiva Santa Maria (4-3-3): Stagkos (7’ st Viscido); Luscietti, Masullo, Coulibaly, Konios; Vitale (25’ st Citro), Maio, Emmanouil; De Mattia (19’ st Romano), Tandara, Leite Borges (8’ pt Giordano, 39’ st Katsioulas). A disp.: Pignata, Morlando, D’Auria, Ventura. All.: Nicoletti.

Cavese (3-5-2): Stagkos; Quaranta, Fissore, De Caro (1’ st Altobello); Katseris (1’ st Allegretti), Maiorano (1’ st D’Angelo), Zielski, Corigliano (25’ st Romizi), Di Gilio (11’ st Afri), Kone, Diaz. A disp.: Anatrella, Gabrieli, Palma, Palladino. All.: Ferazzoli.

Arbitro: Antonio Liotta di Castellammare di Stabia (Conte-Ciannarella)

Reti: 7’ pt su rig., 38’ pt, 44’ pt Tandara, 42’ st Zielski.

Note: ammoniti Paduano, Quaranta, D’Angelo, Zielski, Masullo, Coulibaly. Angoli: 2 a 10. Recupero: 4’ pt e 3’ st.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Comunicato Stampa

Questo articolo non è stato elaborato dalla redazione di InfoCilento. Si tratta di un comunicato stampa pubblicato integralmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.