Asfaltata Via Estate, i residenti: “opera attesa vent’anni”

"Un'opera che andava certamente fatta prima, ma siamo felici di aver restituito dignità alla contrada Moio, ce la metteremo sempre tutta" queste la parole del primo cittadino Coppola

AGROPOLI. “Un sogno che diventa realtà…”, sembra il titolo di un film, ma a pronunciare queste parole sono i cittadini della contrada Moio ad Agropoli che hanno vinto una battaglia iniziata ben 20 anni fa per ridare dignità ad una strada della contrada che richiedeva interventi.

Dopo anni di attesa è stata, infatti, finalmente asfaltata e messa in sicurezza la strada in Via Estate; per l’occasione i residenti hanno anche festeggiato scendendo in strada e sparando i fuochi d’artificio, a testimonianza di quanto fosse attesa quest’opera che, certamente andava fatta prima.

La battaglia era iniziata con Domenico Grippo e il suo gruppo Elia Santomauro- Raffaele Esposito ed altri, hanno lottato per un bene comune e per riqualificare un’area che era abbandonata a se stessa senza un minimo di sicurezza- queste le parole di una cittadina – Siamo ancora tutti increduli per la fine di questa che sembrava “un’impresa” che non potesse vedere la luce. Non è possibile di aspettare così tanti anni per realizzare dei lavori ad una strada che rientra nel bene comune di tutti”.

I ringraziamenti sono tanti, innanzitutto il Sindaco Adamo Coppola che è riuscito ad arrivare dove gli altri avevano fallito.

La dichiarazione del primo cittadino

Abbiamo asfaltato e messo in sicurezza la strada finalmente. Un’opera che certamente andava fatta prima, ma che appena c’è stata la possibilità abbiamo realizzato. Si tratta soltanto di uno dei tratti di strada su cui siamo intervenuti, e su altri ancora interverremo. Questi attestati di stima ci ripagano del lavoro e dei sacrifici quotidiani.
È compito degli amministratori ascoltare le istanze dei cittadini e noi lo stiamo facendo, seppur spesso non è possibile accontentare tutti. Ma noi ce la metteremo tutta
“- conclude.

Dai residenti un ringraziamento anche al Consigliere Eleodoro Di Nardò che, dicono, “si è dimostrato disponibile ad ogni ora del giorno ed è intervenuto quando ne avevamo bisogno- proseguono i cittadini, ad Annarita Spira, una mamma con tre figli che riesce ad essere vicina alla comunità apportando il suo contributo e all’Ing. Agostino Sica che ci ha supportati in questa battaglia.
Nella speranza che questo sia solo l’inizio, i cittadini chiedono maggiore sicurezza sulle strade, ma chiedono anche di essere ascoltati e in tempi non così lunghi come è accaduto per questa contrada”.

Tante le esigenze dei residenti di via Moio che l’amministrazione comunale è chiamata a risolvere: su tutti sicurezza e viabilità.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Roberta Foccillo

Da sempre appassionata di comunicazione, con una particolare passione per i video, conduco programmi tv e radio, amo scrivere e mi occupo di tutto quello che di interessante c'è nel mio amato Cilento.

Un commento

  1. Scusate ,ma le persone che dicono bravo al sindaco, a rescindere da quello che fa ,che problemi hanno. una strada che andava messa in sicurezza da tanti anni diciamo anche grazie,ma di cosa?