Capaccio, morto Giovanni Marandino: fu un esponente della NCO

CAPACCIO PAESTUM. Morto presso l’ospedale “Cardarelli” di Napoli Giovanni Marandino. Era detenuto nel carcere di Poggioreale. In seguito ad un improvviso malore era stato trasferito presso il nosocomio partenopeo dove è sopraggiunto il decesso.

Marandino aveva ricevuto un nuovo ordine di arresto lo scorso 3 febbraio per usura ed esercizio abusivo di attività finanziaria in esecuzione di un’ordinanza del gip di Salerno, nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Salerno dalla quale era emerso che, pur essendo sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di Capaccio Paestum, Marandino «gestiva il giro di prestiti usurai dalla sua abitazione», definita «un vero e proprio centro logistico di finanziamento».

Poche settimane dopo l’arresto accusò un primo malore. I familiari proprio per le sue condizioni di salute precarie, ne avevano chiesto la scarcerazione ma inutilmente.

Giovanni Marandino, detto Ninuccio, era stato un boss della Nuova Camorra Organizzata di Raffaele Cutolo, di cui era il cassiere. Nell’estate del 1986 perse il figlio primogenito Vincenzo Marandino in un agguato.

Le esequie si svolgeranno sabato mattina, alle ore 11, nella chiesa Nostra Signora della Divina Provvidenza di Ponte Barizzo, la località dove viveva.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.