Acireale-Polisportiva Santa Maria: cilentani sconfitti di misura

Si è tornati in campo nel pomeriggio di oggi per il quinto turno del girone I di Serie D. La Polisportiva Santa Maria era di scena presso lo stadio “Aci e Galatea” contro l’Acireale: i giallorossi cercavano i tre punti dopo il pari di mercoledì scorso contro il Paternò. La gara dei cilentani, diretta dal sig. Maksym Frasynyac di Gallarate, termina 3-2 per il team siculo.

Acireale-Polisportiva Santa Maria: il primo tempo

Dopo 23 secondi calcio di rigore per l’Acireale, per un fallo su Savanarola. Lodi, dal dischetto, non sbaglia e regala il vantaggio agli acesi. La reazione cilentana è affidata al 6’ a una conclusione di Maggio, bloccata da D’Alterio. L’Acireale colpisce ancora con un’azione, sviluppatasi sulla destra, che porta Ortolini a superare per la seconda volta Stagkos. Doppio schiaffo per la Polisportiva Santa Maria che si riaffaccia in avanti al 22’ con un tiro dalla distanza di Oviszach, bloccato dal portiere di casa. I siciliani sfiorano la terza rete sessanta secondi dopo la mezz’ora con un destro di Tumminelli che scheggia il palo esterno. L’Acireale sfiora il tris anche al 39’ con un diagonale sporcato in corner da Stagkos. La squadra cilentana la riapre allo scadere della prima frazione con Coulibaly. Maggio, con un tiro da fuori area, costringe D’Alterio a rifugiarsi in angolo. Proprio sull’angolo, la zampata di Coulibaly consente alla Polisportiva di accorciare le distanze, 2 a 1, punteggio con cui si va al riposo.

La ripresa

I giallorossi rientrano in campo subito aggressivi, cercando di raddrizzare una gara nata sotto una cattiva stella. E ci riescono al 10’ con un calcio di punizione di Maio che, complice una deviazione della barriera, supera il portiere acese e regala il pari ai cilentani. L’Acireale la risblocca al 21’ ancora con Ortolini, bravo a giocare d’anticipo sulla difesa giallorossa, e a superare con una girata l’incolpevole Stagkos. I cilentani non mollano e al 40’ ci provano con Konios a sorprendere dagli sviluppi di un calcio piazzato D’Alterio, che smanaccia in angolo. Nel finale, non succede più nulla, arriva il triplice fischio dell’arbitro, tra le recriminazioni dei cilentani, che erano riusciti a rimettere in piedi il match.

Il tabellino

Acireale (3-5-2): D’Alterio; De Pace, Figliomeni, Cadili; Tumminelli (47’ st Brumat), Cristiano, Lodi, Correnti (37’ st Garetto), Todisco; Savanarola, Ortolini (23’ st Piccioni). A disp.: Mascolo, De Souza, Cesarano, Esposito, Mustacciolo, Russo. All. De Sanzo.
Polisportiva Santa Maria (4-3-3): Stagkos; Luscietti, Campanella, Gargiulo, Masullo (23’ st Konios); Coulibaly, Simonetti (37’ st Tandara), Maio; De Mattia (44’ st Giordano), Maggio, Oviszach (26’ st Cunzi). A disp.: Viscido, Romanelli, Citro, Romano, Vitale. All. Nicoletti.
Arbitro: Maksym Frasynyak di Gallarate (De Simone-Fabrizi)
Reti: 2’ pt Lodi, 9’ pt e 21’ st Ortolini, 49’ pt Coulibaly, 10’ st Maio

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Christian Vitale

Christian Vitale è un giornalista pubblicista che collabora con la Redazione di Infocilento.it dall'aprile del 2016. E' il responsabile della redazione sportiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.