Albanella: un anno fa la tragedia di Desireé

ALBANELLA. Era il 7 ottobre 2020 quando in località Bosco di Albanella si consumò la tragedia della giovane Desirée Quagliarella. La 26enne originaria di Stio, fu trascinata via con la sua auto dalla furia del torrente Malnome.

La piena sorprese l’auto su cui viaggiava la ragazza insieme al compagno. La vettura stava transitando a ridosso del corso d’acqua. Il fidanzato riuscì ad uscire dall’abitacolo, tentando con tutte le sue forze di tirar fuori anche Desirée, ma la furia dell’acqua fu troppo forte e la trascinò via.

La speranza di ritrovarla in vita sembrò vana fin da subito e infatti dopo un’ora e mezza, intorno alle ore 21.30, il suo corpo riemerse circa un chilometro più in giù, sulla sponda del torrente.

Desireé Quagliarella era ormai priva di vita.

I messaggi di cordoglio

La notizia della morte della giovane Desirée, lasciò tutti increduli, sgomenti, arrabbiati. Era una ragazza dolce, gentile. Sognava e progettava il giorno del matrimonio che si sarebbe dovuto celebrare nel settembre scorso. La 26enne si era trasferita ad Albanella dove conviveva con il fidanzato.

Il fato, però, ha voluto per lei un altro destino.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Katiuscia Stio

Laureata in Filosofia. Inizia l'attività giornalistica nel 1999 collaborando con vari giornali locali, mensili, web e realizzando servizi per una rubrica in onda su Telecolore. E' stata socia di associazioni culturali per la promozione e valorizzazione del territorio di cui ha curato la comunicazione e l'organizzazione e animatrice di gruppi di azione locale. Nel tempo ha collaborato con i quotidiani Cronache, La Città, attualmente è corrispondente de Il Mattino. Dal 2014 entra a far parte della famiglia di Info Cilento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.