Le mele Aism tornano nelle piazze: ecco dove trovarle in Cilento e Diano

Facciamo sparire la Sclerosi multipla con un sacchetto di mele. Da venerdì 1 a lunedì 4 ottobre – giornata del Dono Day – torna ‘La Mela di Aism’, evento promosso dall’Associazione italiana sclerosi multipla che si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Fondazione Pubblicità Progresso.

Mele Aism per la ricerca sulla sclerosi multipla

La sclerosi multipla (Sm) – ricorda una nota – è una grave malattia del sistema nervoso centrale, cronica, imprevedibile e spesso invalidante. Si manifesta per lo più con disturbi del movimento, della vista e dell’equilibrio, seguendo un decorso diverso da persona a persona.

E’ una malattia che colpisce principalmente i giovani, di cui non si conoscono ancora le cause e per la quale non esiste ancora la cura definitiva. In Italia, ogni anno, 3.600 persone vengono colpite dalla malattia, con una nuova diagnosi ogni 3 ore. Delle 130mila persone malate, il 10% sono bambini e il 50% giovani sotto i 40 anni. La Sm è la prima causa di disabilità neurologica nei giovani adulti dopo i traumi. L’Italia è il paese a rischio medio-alto di sclerosi multipla: è di 6 miliardi di euro l’anno il costo sociale medio della malattia. E’ una grande emergenza sanitaria e sociale, rimarca la nota.

Come partecipare

Alla manifestazione è legato anche il 45512, il numero solidale di Aism i cui fondi raccolti oltre a sostenere la ricerca scientifica sulle forme gravi di sclerosi multipla andrà a sostenere il progetto ‘ripartire insieme’ dopo l’emergenza, per essere ancora di più al fianco delle persone con sclerosi multipla e continuare a garantire le attività di Aism sul territorio, fondamentali per le persone malate.

Le mele Aism nelle piazze

Le mele Aism saranno rpresenti anche nelle piazze del Cilento e Vallo di Diano: Pollica, Marina di Camerota, Terradura di Ascea, Rodio di Pisciotta, Caselle in Pittari, Casalbuono, Montesano Scalo, Sala Consilina, Postiglione, Altavilla Silentina, Agropoli.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.