Alta velocità a Sapri: c’è il sostegno del Parco

MORIGERATI. Alta velocità a Sapri, il Comitato 1987 incassa il sostegno anche del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E’ quanto emerso a margine di un incontro voluto dal comitato civico con il presidente del Parco Tommaso Pellegrino, il vicepresidente Cono D’Elia e al quale erano presente anche il sindaco di Sapri Antonio Gentile e l’assessore Franco Di Donato.

Alta Velocità a Sapri: incontro con la dirigenza del Parco

Alla base della discussione il progetto varato da RFI. Quest’ultimo prevede che la nuova TAV passi per il Vallo di Diano per ritornare lungo la costa soltanto in Calabria. Si bypasserebbe, quindi, tutto il litorale cilentano e la stessa Sapri.

Per discutere della questione era stata convocata martedì anche una conferenza dei sindaci che, sostenendo le tesi del comitato, hanno ribadito la necessità che Sapri rientri nella tratta alta velocità.

All’incontro risultava assente Pellegrino, con il quale è stato quindi organizzato nella giornata di ieri un nuovo confronto a Sicilì, frazione di Morigerati. L’obiettivo era quello di comprendere la sua posizione personale e quella dell’Ente che rappresenta.

Pellegrino ha voluto subito sgomberare il campo da polemiche precisando che «la questione è stata strumentalizzata» e mostrandosi «favorevole all’ipotesi che l’alta velocità passi per Sapri».

Piena disponibilità, quindi, ad accogliere le proposte del comitato che andranno portate all’attenzione anche di altre istituzioni, a partire dalla Regione.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.