Pegaso Agropoli
Pegaso Agropoli
venerdì, Settembre 24, 2021
HomeLocalitàAlburniSport e Periferie: pioggia di fondi per i comuni di Cilento e...

Sport e Periferie: pioggia di fondi per i comuni di Cilento e Vallo di Diano

Ecco tutti i comuni che hanno potuto beneficiare dei fondi del bando Sport e Periferie

È stata approvata la graduatoria dei progetti presentati nell’ambito del bando “Sport e Periferie”, che assegna risorse per la diffusione della cultura dello sport nelle zone più periferiche.

I finanziamenti del Governo sono destinati alla ricognizione degli impianti sportivi esistenti; realizzazione e rigenerazione di impianti finalizzati all’attività agonistica, localizzati nelle aree svantaggiate e nelle periferie urbane. Il bando prevede un punteggio più alto per i piccoli Comuni con popolazione fino a 5mila abitanti.

Fondi anche per il Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Ecco i comuni entrati in graduatoria con progetti finanziati o finanziabili:

Novi Velia, Sapri, Trentinara, Ottati, Sala Consilina, Buccino, Bellosguardo, Rofrano, Castelcivita, Casaletto Spartano, Castel San Lorenzo, Vallo della Lucana, Pertosa, Roccadaspide, Sanza, 700mila euro, Ogliastro Cilento 698mila euro, Omignano 657mila euro, Torre Orsaia 693mila euro, Pollica 686mila euro, Ascea 680mila euro, Montano Antilia 550mila euro, Castellabate 506mila euro, Sant’Arsenio 413mila euro, Stio 408mila euro, Tortorella 370mila euro, Casal Velino 273mila euro, Sessa Cilento 262mila euro.

Ernesto Rocco
Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.

3 Commenti

  1. IO NON VOTO, anche perché, l’attuale amministrazione della LA VITE, assieme hai complici silenziosi (finta opposizione), da oltre 15 anni hanno fatto ZERO PROPOSTE per lo SPORT a Moio e Pellare.

    Ecco l’ultima perla della ormai ex-vite:

    Sport e Periferie ha finanziato 140 milioni di €, per la realizzazione e rigenerazione di IMPIANTI SPORTIVI nelle aree svantaggiate, con l’obiettivo di rimuovere gli squilibri economici e sociali esistenti.
    Sono state presentate 3.300 domande in tutta ITALIA

    MOIO della CIVITELLA non è stata nemmeno degna di presentare LA DOMANDA o RICHIESTA di FINANZIAMENTO, in poche parole “Nada de Nada” e pure abbiamo gli impianti sportivi fatiscenti…in particolare il CAMPO da CALCIO a 11

    Molti comuni CILENTANI, hanno avuto il finanziamento, tipo:
    – € 700.000,00 Novi Velia
    – € 657.000,00 Omignano
    – € 699.909,75 Rofrano
    – € 699.809,57 Casaletto Spartano
    – € 700.000,00 Sapri
    – € 693.000,00 Torre Orsaia
    – € 669.940,00 Vallo della Lucania
    – € 700.000,00 Castel San Lorenzo
    – € 273.150,00 CasalVelino
    – € 700.000,00 Castelcivita
    – Moio della Civitella NON PERVENUTO

    Purtroppo, in 15 anni di “politica” a Moio della Civitella non si è mai, ripeto mai pensato, per lo sport dei ragazzi, bambini e meno giovani …la dimostrazione è la TOTALE ASSENZA D’INTERESSE per una progettualità seria è credibile.

    Ora buona parte di questi amministratori, si sono messi “insieme”, con altri soggetti “diciamo opposizione”, per le prossime ELEZIONI COMUNALI
    Loro dicono: per il BENE COMUNI

    …siete certi??
    …siete sicuri??
    …se sono queste le premesse!!!

    IO GRIDO: Mandiamo a casa questa “finta unificazione”, questa “finta democrazia” ora o mai più!!!

    #IoNonVotoInsieme

    • …è proprio questa il concetto principale.
      Assenza di progettualità e programmazione.
      L’incapacità di tantissimi amministratori, crea un deficit di idee per le nostre piccole comunità… si gestisce quello che c’è >> senza verificare, pensare e prevedere un futuro migliore… in poche parole, si tira a campare.
      Tanta tristezza, enorme incapacità è impressionante menefreghismo del BENE COMUNE.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Membership