Medici no vax: nel salernitano sono meno di 10

La ricerca dell'Asl conferma i numeri esigui dei medici no vax

Anche i medici fanno i furbetti del vaccino. E pur di non presentarsi all’appuntamento trovano scuse e pretesti, a volte anche improbabili. C’è per esempio chi prenota e poi preferisce saltare così da evitare la lettera di richiamo e le conseguenti sanzioni previste dalla legge tra cui il demansionamento e la sospensione dall’ordine professionale fino al mancato accreditamento dello stipendio.

Spesso i furbetti vengono scoperti e sempre più sta scattando la sospensione dal lavoro per quanti si dichiarano no vax.

Medici no vax, la situazione nel salernitano

In Provincia di Salerno la situazione sembra essere positiva. Secondo il monitoraggio effettuato dall’Asl, in considerazione del pressing effettuato dalla regione Campania, il numero di medici no vax non arriva alle 10 unità. E’, fortunatamente, molto esigua la pattuglia di operatori della Sanità che hanno rifiutato o rinunciato ad immunizzarsi contro il Covid.

Una buona notizia considerato che chi è contrario al vaccino va spesso alla ricerca di dimostrazioni scientifiche delle proprie tesi. Solitamente ad “avvalorarle” sono canali di fake news, altre volte il conforto per i no vax arriva dagli stessi medici seppur il numero di camici bianchi contrari al vaccino anticovid e sempre minore.

Iscriviti alla nostra community su Facebook, Clicca qui


CONTINUA A LEGGERE

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.