Stretta sulla movida a Vallo per frenare i contagi

Sono 26 i contagi totali a Vallo della Lucania. Ora il sindaco mette un freno alla movida: limiti sulla musica e agli eventi


VALLO DELLA LUCANIA. Il covid avanza, soprattutto tra i giovani. Ecco perché l’amministrazione comunale di Vallo della Lucania, retta dal sindaco Antonio Aloia, ha deciso di porre un freno ad eventi e movida. Il provvedimento arriva alla luce degli ultimi casi di positività registrati in città, 26 in tutto.

Movida e contagi: i numeri

Di questi quattro risultano legati alla chiusura di una pizzeria del centro cittadino a seguito del contagio di un pizzaiolo, di uno dei proprietari di altre due dipendenti. Una situazione simile si era segnalata nei giorni precedenti in un’altra attività della movida cittadina.

Le zone interessate

Ecco perché il sindaco Aloia ha firmato un provvedimento per quelle aree dove maggiormente c’è il rischio di assembramenti: da Piazza dei Martiri a Piazza Vittorio Emanuele, da Piazza Santa Caterina a via Angelo Rubino.

In queste zone sono stati anche segnalati episodi di disturbo alla quiete pubblica con musica e schiamazzi che si diffondono fino a tarda notte. Ecco perché il sindaco ha scelto di attuare il provvedimento, anche per frenare taluni comportamenti irrispettosi del prossimo.

Le regole

Fino al 31 ottobre, salvo proroga, nei locali della movida è sospesa qualsiasi attività di spettacolo e la musica interna dovrà essere abbassata entro la mezzanotte.

Inoltre i locali dovranno chiudere entro l’1:30 nei giorni feriali mentre dal venerdì alla domenica potranno restare aperti un’ora in più, ovvero fino alle 2:30.

Sono sospese poi tutte le manifestazioni fatta eccezione per gli eventi per i quali vi sia garanzia assoluta del rispetto delle norme vigenti.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE