Pegaso Agropoli
venerdì, Settembre 17, 2021
HomeAttualitàEveresting, a Torchiara tre atleti entrano nella Hall of Fame italiana

Everesting, a Torchiara tre atleti entrano nella Hall of Fame italiana

La vetta più alta della Terra, quella del monte Everest, si sposta per un giorno nel Cilento. Si è appena svolto a Torchiara il primo tentativo di “Everesting”, un’impresa che ha dell’incredibile se si pensa che è riuscita finora soltanto a 688 persone.

Dopo una pedalata di 25 ore e 23 minuti, i tre amici e appassionati delle 2 ruote Tony Del Verme (54 anni), Guido Brandolini (57 anni) e Alessio Incagliato (29 anni) hanno centrato l’obiettivo lo scorso sabato 31 luglio.

Ben 8848 metri di dislivello accumulati, pari a una scalata dell’Everest appunto, in un singolo tentativo ininterrotto, per un totale 274 km, di cui 137 di salita, scalando ripetutamente per circa 202 volte la salita della Provinciale 86 bis, via Carlo Pavone e via Roma (distanza salita 680 metri, dislivello 44 metri, pendenza media 6,5%).

È Tony del Verme che ha organizzato la sfida di Torchiara, un veterano dell’Everesting, poiché aveva già per ben tre volte terminato la scalata, l’altro cicloamatore, Guido Brandolini, è riuscito per la prima volta nell’impresa, dopo un precedente tentativo fallito lo scorso anno per problemi di salute, infine Alessio Incagliato riesce addirittura al suo primo tentativo.

I tre hanno dimostrato di saper andare oltre i propri limiti con tenacia e passione per lo sport e ora avranno la soddisfazione di vedere il proprio nome registrato nella Hall of Fame dei più grandi ciclisti scalatori di questa disciplina.

Tony Del Verme, organizzatore della manifestazione sportiva a Torchiara, commenta così l’ennesimo successo: «Sono da sempre appassionato di ciclismo e amo questo tipo di sfide fisiche e mentali contro sé stessi. Nell’Everesting, infatti, non ci sono linee d’arrivo, avversari, coppe, medaglie o premi in denaro ma solo la soddisfazione di aver raggiunto, con fatica e tenacia, un traguardo che sembrava insormontabile. Mi mancava farlo nel mio Comune, a Torchiara, insieme a due amici che con grande impegno hanno percorso una scalata che sembrava infinita sotto il caldo cocente. Ringrazio tutti coloro che ci hanno supportato nell’organizzazione, durante la scalata e ripagati con i loro applausi».

Comunicato Stampa
Questo articolo non è stato elaborato dalla redazione di InfoCilento. Si tratta di un comunicato stampa pubblicato integralmente.