Controne diventa comune cardioprotetto

Apparecchio installato in piazza Umberto I presso il municipio

CONTRONE. Il centro alburnino è ufficialmente un comune cardioprotetto. Installato un defibrillatore all’ingresso della casa comunale. Una iniziativa importante, soprattutto in centri come Controne: in attesa dei soccorsi e dell’arrivo in ospedale, infatti, il defibrillabore può essere uno strumento determinante per affrontare problematiche in cui la tempestività d’intervento assume un ruolo fondamentale.

Controne comune cardioprotetto con il defibrillatore di Piazza Umberto I

Controne diventa così un comune cardioprotetto: il defibrillatore è stato installato in Piazza Umberto I. Presto sarà operativo. L’amministrazione lo ha posizionato in un’area dove è presente il sistema di videosorveglianza al fine di evitare danni da parte di malintenzionati.

I commenti

«La tempestività delle operazioni di soccorso può fare la differenza tra la vita e la morte». osservano da palazzo di città. «A breve saranno istituiti dei corsi di primo soccorso, finalizzati al corretto utilizzo dello strumento, aperti a tutti quanti vogliano prenderne parte», dice il sindaco Ettore Poti.

Controne è soltanto l’ultimo comune cardioprotetto in ordine di tempo. Sempre più enti locali, talvolta anche in collaborazione con associazioni di volontariato, stanno promuovendo l’installazione di defibrillatori.

I dati

Ma perché è fondamentale essere un comune cardioprotetto? Ogni anno in Italia circa 70.000 persone sono vittime di un arresto cardiaco improvviso. In pratica una città di medie dimensioni che scompare. Circa un terzo degli arresti cardiaci si verifica nei luoghi pubblici.

L’arresto cardiaco è una delle principali cause di morte, può colpire chiunque, in qualunque momento e in qualunque posto, e può essere combattuto solo entro i primi minuti, praticando la rianimazione cardiopolmonare e utilizzando il defibrillatore, che è un apparecchio semplice e sicuro. Questi elementi dimostrano l’importanza di un comune cardioprotetto.

Continua a leggere su InfoCilento.it


CONTINUA A LEGGERE
blank

Katiuscia Stio

Laureata in Filosofia. Inizia l'attività giornalistica nel 1999 collaborando con vari giornali locali, mensili, web e realizzando servizi per una rubrica in onda su Telecolore. E' stata socia di associazioni culturali per la promozione e valorizzazione del territorio di cui ha curato la comunicazione e l'organizzazione e animatrice di gruppi di azione locale. Nel tempo ha collaborato con i quotidiani Cronache, La Città, attualmente è corrispondente de Il Mattino. Dal 2014 entra a far parte della famiglia di Info Cilento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!