Ciro Miniero, dieci anni di episcopato: “Cilento terra bella ma difficile”

«Sento nel mio cuore tutta quella bontà del Signore nei miei confronti per avermi chiamato alla vita sacerdotale e per avermi posto qui»

VALLO DELLA LUCANIA. “Il Cilento è una terra bellissima, ma forse proprio per questo difficile”. La riflessione arriva da Monsignor Ciro Miniero in occasione del decimo anniversario della sua ordinazione episcopale avvenuta del 19 giugno del 2011. Pochi mesi dopo iniziò il suo percorso alla guida della comunità diocesana del Cilento.

Ciro Miniero: dieci anni da vescovo nel Cilento

Un decennio che il Vescovo, originario di Barra, ricorda con emozione. Un lungo percorso condiviso con i suoi fedeli, prima di ascolto e poi di condivisione di quelle che sono le emergenze territoriali.

Nel suo primo giorno a Vallo della Lucania, il Vescovo Ciro Miniero con il sorriso che ancora oggi lo contraddistingue, quale prima tappa volle andare a fare visita agli ammalati ricoverati all’ospedale San Luca. Un primo momento significativo della grande sensibilità di Miniero verso i più deboli.

Negli anni ha sempre mantenuta alta l’attenzione sul presidio ospedaliero sollecitando più volte gli amministratori a lavorare per difendere il presidio ospedaliero e garantire il diritto alla salute delle comunità cilentana.

Anche in occasione dei momenti più difficile legati alla pandemia, non ha fatto mancare l’aiuto della Diocesi sia in termini economici ma anche strutturali, aprendo le porte del Convento di Massa per ospitare gli operatori sanitari in prima linea in ospedale.

In questi dieci anni attraversando in lungo e in largo il territorio diocesano, che si estende da Roccadaspide a Capaccio fino a Palinuro, molte volte ha esternato la sua preoccupazione per la situazione in cui versa la viabilità cilentana. E poi i giovani con i quali Ciro Miniero ha instaurato un rapporto speciale e a cui va il suo pensiero in questo suo anniversario.

“Il Cilento – ribadisce – è una terra dalle straordinarie bellezze e risorse ma allo stesso tempo complicata e talvolta non riesce a dare risposte di vita ai giovani che sono costretti ad andare via”.

Guardando al futuro, perché il cammino iniziato dieci anni fa è ancora lungo, Miniero rinnova il suo supporto al territorio affinché la Diocesi Cilentana possa essere di aiuto per una vera ripresa.

Il bilancio

Il Vescovo Ciro Miniero non nasconde quindi l’emozione per il suo decimo anniversario e condivide il momento con la sua comunità diocesana. “Sono stati anni ricchi di grazia – ribadisce – sento nel mio cuore tutta quella bontà del Signore nei miei confronti per avermi chiamato alla vita sacerdotale e per avermi posto qui, un profondo grazie al signore e alla comunità diocesana”.

Sento forte e viva la presenza di tutte le persone, la loro vicinanza e il loro amore nei mie confronti, un invito e un incoraggiamento al loro Vescovo a camminare al loro fianco“, prosegue.

“Il sacerdozio– conclude Ciro Miniero – è una esperienza straordinaria che il Signore ci fa vivere al servizio della comunità”.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE