Castellabate, Maurano: Comune non pronto per l’estate

Presentata richiesta per chiedere interventi urgenti sul territorio

«Un territorio a vocazione turistica deve essere pronto nei servizi, nella manutenzione, nell’organizzazione e nella programmazione prima dell’inizio della stagione estiva. Nel Comune di Castellabate purtroppo tale semplice concetto non viene applicato». Così Luigi Maurano, consigliere di minoranza di Castellabate.

«A Santa Maria, infatti, non è stato ancora fatto un controllo generale e una pulizia specifica delle caditoie e dei tombini, così da ridurre la possibilità di spiacevoli inconvenienti in piena estate – osserva – Percorrendo il Corso Matarazzo fino ad arrivare sul Lungomare Perrotti è possibile notare come nelle griglie di scolo ci siano perdite di acqua. Proprio in una caditoia a metà Lungomare c’è un guasto che perdura da un anno. Metri e metri cubi di acqua pubblica letteralmente buttati. Questa è l’efficienza della Consac. E hanno anche il coraggio di mandare bollette così salate».

Ma ci sono anche altre criticità, vedi le “discese a mare”: «Emblematica – dice Maurano – è la situazione di uno dei pochi accessi ancora fruibile. Le cosiddette Scalette o 100 scalini, che dir si voglia. Qui possiamo notare un degrado con conseguente pericolo per l’incolumità pubblica. La scalinata è collassata. Sono queste le discese che merita il nostro mare? Abbiamo segnalato più e più volte tale criticità ma, ad oggi, la situazione non è migliorata. Vuoi vedere che dopo mesi di immobilismo faranno i lavori a Giugno/Luglio, creando ulteriori disagi?».

I problemi non finiscono qui: altri si presenterebbero sul Lungomare Pepi, all’altezza dell’area di cantiere dei lavori di contrasto all’erosione costiera (altro capolavoro di questa Amministrazione). «Qui ci sono ringhiere arrugginite che cadono a pezzi e massi riversati sulla strada, che potrebbero costituire un reale e serio pericolo per tutti coloro i quali passeggiano sul quel tratto di strada – sottolinea Maurano – A Marina Piccola, nel centro di Santa Maria,  da anni ormai c’è un’area pubblica abbandonata e degradata. Sarebbe il caso di riqualificarla e renderla fruibile al fine di dare il giusto decoro urbano ad una delle zone più visitate del nostro territorio».

Per tali motivi è stata presentata una richiesta d’intervento per risolvere velocemente le criticità segnalate.

«Tutti questi disservizi rientrano nella normale manutenzione. Ed è per questo ancor più inconcepibile doverli segnalare. Siamo di fronte ad un’incapacità amministrativa senza precedenti. Dopo i mesi autunnali, invernali e primaverili in cui si poteva intervenire, ci ritroviamo all’inizio dell’estate con queste mancanze – conclude il consigliere Maurano – Di fronte a tali situazioni e ai solleciti dei cittadini riguardanti tante altre problematiche di vita quotidiana sono sempre più convinto che la qualità della vita, dei servizi e del turismo di un territorio dipenda dalla qualità degli amministratori . C’è bisogno di una vera svolta. Di una svolta giusta».

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE