blank

La Cm Bussento, Lambro e Mingardo investe sui sentieri. Un piano per mappare 150 percorsi

Sabato 22 Maggio sarà presentato presso l’Antiquarium di Palinuro il ‘Programma di recupero e mantenimento rete sentieristica Bussento, Lambro e Mingardo’, progetto di recupero del patrimonio culturale, naturalistico e non solo cartografico realizzato dalla Comunità Montana Bussento, Lambro e Mingardo.

Un programma organico di investimenti che parte da un Protocollo di Intesa, nato dal coinvolgimento sinergico ed integrato di diversi enti pubblici ed associazioni, che si realizza attraverso la tracciatura e mappatura di circa 150 sentieri tra percorsi intercomunali e circuiti locali, sviluppandosi per circa 900 km nel territorio di tutti i 24 comuni della Comunità Montanache si estende da Ascea Velia fino a Casaletto Spartano.

Per la prima volta una Comunità Montana realizza un piano così elaborato, vasto e dettagliato di una rete sentieristica avvalendosi della partecipazione e del contributo di varie associazioni presenti sul territorio grazie alle quali è consentito un accesso immediato al mondo turistico.

Il progetto potrà essere fruibile quotidianamente dagli utenti attraverso una consultazione on-line sul sito della Comunità Montana e sui siti istituzionali dei Comuni per verificare i sentieri aperti, le loro caratteristiche, la loro lunghezza, i percorsi naturalisti, culturali ed enogastronici possibili.

La realizzazione di una ‘rete logica’ di tutti i cammini preesistenti  valorizza il turismo naturalistico, culturale ed archeologico, promuove le strutture ricettive e propone la creazione di una rete dei rifugi presenti sui percorsi interessati.

Questa operazione di recupero e di valorizzazione dellerisorse paesaggistico-naturalistico, identificando il patrimonio come capitale culturale fondamentale per l’identità locale, svolge una funzione pedagogica e genera un senso di conoscenza e appartenenza del territorio in particolare per le nuove generazioni.

La conservazione, l’esperienza e la trasmissione di questa ricchezza, applicando i principi dell’economia circolare al riuso funzionale del patrimonio, è risorsa fondamentale e motore di crescita economica dei territori in particolare nei settori del turismo e della rigenerazione delle micro-comunità locali.

Continua a leggere su InfoCilento.it


CONTINUA A LEGGERE
blank

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!