Pericolo processionaria: il Comune di Perdifumo detta la regole

La processionaria del pino può determinare problemi di carattere sanitario

PERDIFUMO. Con l’approssimarsi della primavera i comuni corrono ai ripari contro il rischio processionaria. L’ultimo in ordine di tempo a pubblicare un’ordinanza in tal senso è Perdifumo. Il sindaco Vincenzo Paolillo, infatti, ha fissato alcune regole per i proprietari di aree verdi e boschive e gli amministratori di condominio che abbiano in gestione aree verdi.

In particolare dovranno effettuare verifiche e ispezioni sugli alberi al fine di accertare la presenza dei nidi della processionaria: sarà necessario verificare in particolare il pino nero, il pino silvestre, il pino marittimo e varie specie di cedro e conifere.

Qualora si riscontrasse la presenza di nidi bisogna provvedere alla loro asportazione e distruzione con fuoco in aree sicure. Gli interventi sono a carico dei proprietari.

Il provvedimento giunge per prevenire rischi di carattere sanitario che possono sorgere dalla dispersione dei peli urticanti o a seguito di contatto diretto con le larve. Queste possono determinare irritazioni epidermiche o reazioni allergiche. Per i trasgressori possono essere previste multe fino a 500 euro.

Continua a leggere su InfoCilento.it


CONTINUA A LEGGERE
blank

Elena Matarazzo

Nata a Milano, si trasferisce giovanissima nel Cilento, la terra nella quale è poi rimasta a vivere e alla quale si sente particolarmente legata. Laureata in lettera, si occupa principalmente di arte, cultura e spettacolo.

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!