Pegaso Agropoli
martedì, Settembre 21, 2021
HomeAttualitàMoio della Civitella: locali comunali destinati ad ambulatorio medico

Moio della Civitella: locali comunali destinati ad ambulatorio medico

Il Comune di Moio della Civitella, guidato dal sindaco Enrico Gnarra, ha deciso di concedere alla Dott.ssa Angela Pisani e ai Dottori Walter Valletta e Costantino Gennaro, l’uso dei locali comunali adibiti ad ambulatorio medico.

I locali in questioni si trovano in corso Garibaldi di Moio della Civitella, al piano terra dell’edificio dell’Asilo Nido, adiacenti ai locali della ProtezioneCivile.

L’Ente cilentano ha pertanto accolto le richieste dei dottori in quanto finalizzate all’ottenimento di locali comunali per potervi svolgere l’attività di medico di base del SSN a favore della cittadinanza del Comune di Moio della Civitella.

1 commento

  1. Interessante scelta ed accoglimento da parte dell’Amministrazione Comunale La Vite, quindi, dell’Ente Comunale di Moio della Civitella nei confronti dei dottori Pisani Angela, Costantino Gennaro e Valletta Walter, finalizzato alla locazione di un LOCALE COMUNALE o dei VANI della superficie complessiva di 50,00 mq. (RICORDO: bene patrimoniale di tutti noi concittadini di Moio della Civitella, realizzato con fondi pubblici destinato ad Asilo Nido), il tutto per poter svolgere l’attività di medico di base del SSN (Ambulatorio medico)…. BENE

    Vedendo la DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE N. 13 del 19.2.2021 pubblicata sull’albo pretorio al n. 99 in data 19.2.2021, con allegato SCHEMA di CONTRATTO (chiamarlo schema di contratto è al quanto arduo…..), che rimanda sulle condizioni contrattuali esplicitate ed approvate dalla suddetta giunta comunale.

    UN FORTE plauso all’amministrazione comunale LA VITE, ora chiunque PRIVATO cittadino di Moio della Civitella o di altro territorio, può richiedere in LOCAZIONE o COMODATO D’USO GRATUITO degli immobili di proprietà dell’Ente Comunale. BENISSIMO.

    Il sottoscritto Geom. Carmelo D’Orsi, in qualità concittadino e professionista del Comune di Moio della Civitella, si è permesso di leggere e fare delle valutazioni sullo SCHEMA di CONTRATTO di LOCAZIONE allegati e sullo stesso ATTO DELIBERATORIO, dove ho riscontrato diverse, per non dire svariate anomalie, come di seguito riportato:

    1) Che nella D.G.C. n. 13-2021 + allegato schema di contratto “parte integrante”, viene relazionato dall’Ufficio Tecnico Comunale un asseverazione sull’idoneità dei locali di mq. 50,00 posti al P.T. in Corso Garibaldi di Moio della Civitella, per all’attività di AMBULATORIO MEDICO, il tutto stimando il canone locativo….. per ora nulla da dire!!!
    2) Che nella D.G.C. n. 13-2021 + allegato schema di contratto “parte integrante”, vengono indicati n. 3 soggetti privati come futuri locatari, invece, nello Schema di Contratto di Locazione viene indicata la sola Dott.ssa Pisani Angela!!!
    Mahh?? Gli altri due locatari, che fine hanno fatto?? …forse saranno dei fantasmi?? … ho forse gli vengono assegnati altri locali??
    3) Perché nel contratto di locazione (schema), NON VENGONO riportati i dati catastali dell’unità immobiliare o vani (Locale di mq. 50,00) oggetto di locazione??? Vi rispondo:
    • L’intero immobile costruito per essere destinato ad un’ASILO NIDO “già ultimato” ad oggi risulta è censito presso Agenzia del Territorio di Salerno al Foglio n. 9 Particella n. 2636 con la categoria F/3 “UNITÀ IN CORSO DI COSTRUZIONE”, quindi, non è definito l’accatastamento dell’intero immobile = per il catasto non risulta ULTIMATO.
    • Perché, viene predisposto la locazione un locale senza essere definita l’ultimazione catastale è non solo??
    • Per il locale o vani di 50,00 mq. oggetto di locazione è stato effettuato il CAMBIO DI DESTINAZIONE D’USO a Categoria C/1 “locale commerciale” o A/10 “Ufficio”??
    • Per il locale o vani di 50,00 mq. oggetto di locazione è stato frazionato, rispetto al restante immobile costruito per l’ASILO NIDO??
    • Per il locale o vani di 50,00 mq. oggetto di locazione è stato predisposto da parte del locatore l’attestato di prestazione energetica (APE), in cui attesta la qualità dal punto di vista termico dell’unità immobiliare o parte di essa (Obbligo D.L. n. 145/2013 e classificazione DPR n. 412/93 art 3)
    • Perché non è presente una planimetria del locale oggetto di locazione, all’interno dello schema di contratto?? ….poiché, in fondo allo schema di contratto di locazione, viene precisato quanto disposto: Si allega planimetria dei vani concessi in COMODATO D’USO GRATUITO….ma come?? non era in locazione??
    4) Perché nello schema di contratto di locazione NON VIENE specificato la validità, quindi la SCADENZA DEL CONTRATTO? ….lo stesso non viene precisato nell’atto deliberato dalla giunta!!!
    5) Perché nello schema di contratto di locazione le utenze (ACQUA e LUCE) sono a carico del LOCATORE, quindi, del Comune di Moio della Civitella = di TUTTI NOI…. Visto che i futuri locatari (N. 3 DOTTORI) pagheranno e/o verseranno solo € 150,00 mensilmente, quindi € 1.800,00 all’anno.

    In poche parole, questo atto amministrativo fa acque da tutte le parti, in particolare modo, su quanto specificato nello schema di contratto allegato, senza tralasciare la relazione dell’UFFICIO TECNICO nella quale, lo stesso ASSEVERA la IDONEITÀ DEI LOCALI….

    Credo che dobbiamo stendere l’ennesimo velo pietoso sulla gestione del bene patrimoniale, in particolare, un enorme VELO PIETOSO sulla vicenda TECNICA-AMMINISTRATIVA degli atti!!!!

Commenti chiusi

Membership