Agropoli: circa trecento firme per la riapertura della scuola

Circa trecento firme per la riapertura della scuola. All'appello hanno risposto mamme, papà, insegnanti e comuni cittadini

AGROPOLI. Circa trecento firme per la riapertura della scuola. All’appello di un gruppo di genitori agropolesi hanno risposto mamme, papà, insegnanti e comuni cittadini. La richiesta, partita con una petizione (prima on line e poi cartacea) era finalizzata a mettere fine alla didattica a distanza per riprendere le lezioni in presenza e in sicurezza. In tanti hanno condiviso l’appello evidenziando i limiti della Dad e la necessità – soprattutto per i più piccoli – di tornare a frequentare gli istituti scolastici, non solo luogo di apprendimento ma anche di socializzazione.

blank

Ritorno a scuola, genitori divisi

Ma non manca un gran numero di genitori che invece si mostra nettamente contrario al rientro in aula, poiché individua la scuola come potenziale fonte di contagio.

Ripresa didattica in presenza: le date

Il problema non si porrà immediatamente.
Se in tutte le regioni italiane, infatti, la scuola riaprirà già giovedì, la Campania ha fatto slittare il suono della campanella all’11 gennaio. In questa data potranno tornare in classe gli alunni della scuola dell’infanzia e delle prime due classi delle elementari (così com’era prima di Natale).

Dal 18 gennaio, sulla base del quadro epidemico, si valuterà il rientro in aula di tutta la scuola primaria. Dal 25 gennaio, infine, si deciderà per le scuole medie e superiori.

La didattica a distanza, invece, riprenderà il 7 gennaio.

La situazione di Agropoli

Ad Agropoli non ci saranno ulteriori slittamenti rispetto alle date indicate dalla Regione Campania. Durante un incontro con i promotori della petizione per il rientro in aula, infatti, il sindaco Adamo Coppola ha preso l’impegno di non far slittare ulteriormente il ritorno tra i banchi degli alunni.

Non solo: “Il sindaco ha accolto anche la proposta di inserire in presenza tutti i ragazzi che hanno difficoltà con la DAD per diversi motivi, lavorando in sinergia con i dirigenti scolastici. Sarà un inizio lento ma pur sempre un inizio. Chiaramente continueremo a combattere per il diritto alla scuola in campo regionale”, ha detto Eleonora Zaccaria, una delle promotrici della raccolta firme.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista in alcune televisioni locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it