Ultimo giorno di shopping: da domani Italia zona rossa

Da domani, giovedì 24 dicembre, l’Italia intera sarà rossa. Vietati gli spostamenti se non in due, una sola volta al giorno, e per andare da parenti o amici. La zona rossa resterà in vigore fino al 27, poi sarà arancione dal 28 al 30 e poi ancora rossa dal 31 al 3 gennaio. Il 4 sarà arancione, poi ancora rossa il 5 e 6. Il Viminale intensificherà i controlli sulle strade di tutta Italia.

I controlli
La circolare trasmessa ai prefetti da Bruno Frattasi, capo di Gabinetto del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, raccomanda «la consueta puntuale attenzione nell’assicurare la predisposizione di efficaci servizi volti a garantire la corretta osservanza delle misure». I comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza hanno già previsto un piano che prevede un’intensificazione dei controlli «lungo le arterie di traffico e in ambito cittadino, al fine di prevenire possibili violazioni alle restrizioni alla mobilità, ovvero situazioni di assembramento e di mancato rispetto del distanziamento interpersonale».

Ma come premessa alla stessa circolare, il capo della Polizia Franco Gabrielli, che l’ha inviata ai questori, raccomanda a tutti gli agenti e alle forze dell’ordine di prestare la «massima attenzione» nella predisposizione dei servizi ad avere un atteggiamento «comprensivo e improntato al buon senso» durante i controlli. Gabrielli invita poliziotti, carabinieri, finanzieri e agenti della polizia locale a svolgere «i propri compiti con l’attenzione doverosa nei confronti dei cittadini, soprattutto delle fasce deboli che, a causa delle varie limitazioni, potrebbero avere bisogno di maggiore aiuto e sostegno nonché, in generale, con un approccio comprensivo ed improntato al buon senso».

I divieti
Il lockdown, che in realtà è difficile definire tale essendo infarcito di deroghe, com’è noto, prevede già da lunedì una fascia gialla “plus” per tutto il Paese, perché nessuno, tranne comprovate esigenze, può lasciare la regione di residenza. Da domani e fino al 27 compreso invece si entra in fascia rossa “addolcita”, perché il governo consiglia di non uscire di casa ma consente di raggiungere sempre le seconde case a patto che siano nella regione. Non solo.

Si potrà uscire anche dal comune di residenza per andare da parenti e amici con un viaggio solo al giorno e al massimo in due persone più i figli con meno di 14 anni. La fascia rossa di Natale è molto più lasca di quella della scorsa primavera perché è perfettamente legittimo recarsi nella seconda casa purché si trovi nella Regione dove abbiamo la residenza. Naturalmente nella seconda casa ci si può trasferire solo con i membri conviventi nella propria famiglia. Le nuove regole sono ben spiegate sul sito www.governo.it nella sezione delle risposte alle domande frequenti (Faq). La prima novità riguarda lo spostamento in un altro comune, la seconda invece i centri con meno di 5.000 abitanti. Per queste comunità sono consentiti spostamenti in un raggio di 30 chilometri. Anche se si dovessero superare i confini regionali.

In pratica, chi vive in centri abitati vicini al limite regionale può ignorare il divieto di spostarsi oltre il confine della a regione per recarsi in altri comuni, ma non potrà andare nei capoluoghi di provincia. Una deroga, come quella che riguarda i viaggi verso altri centri, che evita di creare situazioni paradossali fra parenti che magari abitano su due lati di una strada situata in due territori comunali.

L’autocertificazione
È importante ricordare di portare con sé il modulo dell’autocerticazione sia nei giorni “rossi” (a dicembre il 24/25/26/27/31 e a gennaio 1/2/3/5/6) che in quelli “arancioni” (28/29/30 dicembre e 4 gennaio). Di fatto le due categorie sono pressocché indistinguibili. Nella fascia rossa i ristoranti e i bar saranno chiusi ma potranno fare asporto e i negozi non alimentari saranno chiusi. Durante i giorni arancioni tutti i negozi resteranno aperti fino alle 21.

I negozi aperti in zona rossa

-Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimenti vari)

-Commercio al dettaglio di prodotti surgelati

-Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici

-Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2), ivi inclusi gli esercizi specializzati nella vendita di sigarette elettroniche e liquidi da inalazione

-Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati

-Commercio al dettaglio di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)

-Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiali da costruzione (incluse ceramiche e piastrelle) in esercizi specializzati

-Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari

-Commercio al dettaglio di macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura e per il giardinaggio

-Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione e sistemi di sicurezza in esercizi specializzati

-Commercio al dettaglio di libri in esercizi specializzati

-Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici

-Commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio

-Commercio al dettaglio di confezioni e calzature per bambini e neonati

-Commercio al dettaglio di biancheria personale

-Commercio al dettaglio di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero in esercizi specializzati

-Commercio di autoveicoli, motocicli e relative parti ed accessori

-Commercio al dettaglio di giochi e giocattoli in esercizi specializzati

-Commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (farmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica)

-Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati

-Commercio al dettaglio di cosmetici, di articoli di profumeria e di erboristeria in esercizi specializzati

-Commercio al dettaglio di fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti

-Commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati

-Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia

-Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento

-Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini

-Commercio al dettaglio di articoli funerari e cimiteriali

-Commercio al dettaglio ambulante di: prodotti alimentari e bevande; ortofrutticoli; ittici; carne; fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti; profumi e cosmetici; saponi, detersivi ed altri detergenti; biancheria; confezioni e calzature per bambini e neonati

-Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, per televisione, per corrispondenza, radio, telefono

-Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici 181

-Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia

-Attività delle lavanderie industriali

-Altre lavanderie, tintorie

-Servizi di pompe funebri e attività connesse

-Servizi dei saloni di barbiere e parrucchiere

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento e Vallo di Diano. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbero interessare

X

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it