Dopo quarant’anni al via il recupero della Cappella di Sant’Antonio ad Atena Lucana

La cappella di Sant'Antonio agli Arnici, già chiusa da tempo, venne definitivamente inibita dopo il terremoto dell'80

ATENA LUCANA. Quaranta anni fa la Cappella di Sant’Antonio agli Arnici venne chiusa. I danni del terremoto peggiorarono una condizione strutturale dell’edificio già precaria. L’ultimo restauro risaliva al 1938, come testimonia l’epigrafe posta all’interno sul portone. Fu l’allora parroco, Don Gabriele Volpe, ad ordinare i lavori di ristrutturazione.

Dopo il terremoto del 1980 venne inibita al pubblico per motivi di sicurezza.
Da allora la chiesa non ha usufruito di nessun intervento e soprattutto da allora mai nessun fedele ha potuto varcare quella soglia.

A quarant’anni dal terremoto, grazie all’impegno dell’Amministrazione di Atena Lucana nel mese di Luglio prende il via l’intervento di recupero e oggi si poggiano le nuovi travi per il tetto.

“Ricostruiamo un luogo importante della comunità civile e religiosa di Atena Lucana, uno scrigno prezioso denso di memoria, un elemento fondante la nostra identità – spiegano da palazzo di città – Mentre tutto intorno vacilla quelle travi di legno si impongono e ci fanno sperare in un futuro nuovo e migliore”.

@Riproduzione riservata
Continua dopo la pubblicità

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento e Vallo di Diano. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbero interessare

X

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it