AttualitàCilentoVallo di Diano

Mancano medici, Pellegrino: si nega ai neolaureati possibilità di specializzarsi

«Il Paese ha bisogno di investire in competenze e professionalità e la sanità è certamente una priorità»

“Si nega ai neolaureati la possibilità di specializzarsi”. Lo ha detto Tommaso Pellegrino, medico oncologo, consigliere regionale e presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.
“Le difficoltà che in questi giorni stanno riguardando il nostro Sistema Sanitario – ha dichiarato Pellegrino – sono principalmente determinate dalla mancanza di personale sanitario e in particolare di medici specialisti.
In Italia, ogni anno, a fronte di circa 26.000 domande per accedere alle scuole di specializzazione, vengono resi disponibili meno di 15.000 posti”.

In una facoltà a numero chiuso come quella di Medicina – aggiunge – non si può negare ai neolaureati la possibilità di specializzarsi per completare il proprio iter formativo”.

Questa carenza è evidente soprattutto in questa fase di emergenza e a soffrire di più sono gli ospedali di periferia come quelli di Cilento e Vallo di Diano.

“Con il Dipartimento nazionale della sanità di Italia Viva e con i nostri Parlamentari abbiamo avviato una serie di iniziative finalizzate all’aumento del numero di borse delle scuole di specializzazione in Medicina – rivela Pellegrino – Serve un grande investimento sul personale sanitario, magari recuperando risorse attivando il MES.
Il Paese ha bisogno di investire in competenze e professionalità e la sanità è certamente una priorità”.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Filippo Di Pasquale

Laureato in giurisprudenza, collabora con InfoCilento occupandosi di cronaca attualità e cultura. E' appassionato di musica, eventi e tradizioni locali. Segue con attenzione gli sviluppi sociali del territorio del Vallo di Diano e del Cilento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it