CoronavirusGlobalIn Primo Piano

Tutti i numeri della Campania: ecco perché è zona rossa

Crolla il castello di carta della sanità costruito da De Luca. I dati fanno balzare in alto tutti gli indicatori e la Campania chiude

Il castello di carta della sanità campana costruito da Vincenzo De Luca è crollato. Ciò almeno stando alle voci degli esponenti 5 Stelle che celebrano la proclamazione della zona rossa per la Campania. I 21 parametri valutati dal comitato tecnico – scientifico per decidere la classificazione del territorio, questa volta non hanno premiato l’impero di De Luca e probabilmente sono proprio sue le principali responsabilità per un sistema sanitario che parrebbe al collasso; una situazione che si è tentato di nascondere ma alla fine i problemi sono venuti a galla. Ad alcuni dati oggettivamente critici, infatti, se ne aggiungono altri che, secondo gli esponenti locali del Movimento 5 Stelle, sarebbero stati oggetto di “giochi di prestigio” da parte del Governatore.

Campania zona rossa: ospedali al collasso

Se per la Regione, ad esempio, il tasso di occupazione delle intensive è al 27%, al Ministero risulta il 33%, ovvero oltre la soglia critica. Ma non è questa l’unica controversia: “Una settimana fa, in una notte, De Luca ha triplicato i posti di terapia intensiva, prima indicati come attivabili, poi come disponibili, portandoli a 560, ma dimenticandosi di dire che non ne può attivare nemmeno un terzo, perché mancano anestesisti e rianimatori, gli unici abilitati a intubare i pazienti. Ieri, ai 560, ne ha sommati altri 66, portando il totale a 626”, accusa Castiello.

La valutazione dei parametri

Ma vi sono anche altri elementi che hanno fatto sbalzare i parametri ministeriali oltre il livello di guardia: l’occupazione dei posti letto è solo la punta dell’iceberg; poi c’è l’età media dei contagiati che ha oltrepassato la soglia dei 50 anni, ci sono i focolai nelle case di riposo, c’è il numero di contagi che ha fatto sbalzare l’indice Rt sopra l’1,62, oltre la soglia critica. E una certa influenza sui pareri l’ha avuto anche l’attacco mediatico degli ultimi giorni e la vicenda del paziente morto in un bagno dell’ospedale Cardarelli.

I parametri oggetti di valutazione sono quelli della settimana compresa tra il 2 e l’8 novembre. Poi si è registrato un calo dei numeri dei contagi ma i nuovi dati verranno analizzati soltanto nelle prossime settimane quando comunque è difficile immaginare il ritorno della zona gialla.

Campania zona rossa, la “vittoria” dei 5 Stelle

La Campania zona rossa è un vittoria di Pirro per i 5 Stelle. Di Maio brinda per lo sgambetto al rivale De Luca che nel pomeriggio lo aveva criticato, sfidandolo ad un pubblico confronto: “Finalmente la Campania è zona rossa”, dice il Ministro. Più sensate le parole del collega Angelo Tofalo che evidenzia la criticità della Regione e annunci presto aiuti da parte del Governo per superare questa fase.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista in alcune televisioni locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it