Trentova si trasforma in uno stadio per l’arrivo di Matteo Salvini

Ha indossato una t-shirt blu sulla quale spiccava la scritta Agropoli color giallo fluorescente Matteo Salvini che questo pomeriggio ha raggiunto Agropoli per parlare ad elettori e simpatizzanti. Il “capitano” è arrivato al Lido Trentova con quasi trenta minuti di anticipo rispetto all’orario previsto. Nella baia agropolese il clima era quello di una partita da stadio più che di un incontro elettorale. Da un lato l’acclamazione dei suoi sostenitori, dall’altro una cinquantina di contestatori che dalla spiaggia ha esposto striscioni contro il leader della Lega.

Ingente il dispiegamento di forze: uomini della polizia, dei carabinieri, della guardia di finanza, della polizia locale, hanno controllato che tutto procedesse regolarmente; in mare erano presenti le motovedette della guardia costiera.

Salito sul palchetto allestito sul lido, Salvini ha ripreso i suoi cavalli di battaglia: dalle polemiche sugli immigrati alla legge Fornero, passando per la necessità di aiutare e sostenere gli imprenditori. Pochi gli accenni alle questioni locali, ma un invito a “mandare a casa” i vari rappresentanti del centro sinistra.

Poi spazio ai selfie: in centinaia hanno scattato una foto con il leader della Lega che ha salutato anche il sindaco di Agropoli Adamo Coppola che, nonostante sia un esponente del PD, ha voluto rendergli omaggio beccandosi, anche lui, qualche fischio da parte dei contestatori.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.

12 commenti

  1. …e poi ci chiediamo il perché dell’arretratezza del Sud: arriva Matteo Salvini segretario della Lega, partito in cui è scritto nello statuto (Art. 1) che: “Lega Nord per l’Indipendenza della Padania è un movimento politico confederale costituito in forma di associazione non riconosciuta che ha per finalità il conseguimento dell’indipendenza della Padania attraverso metodi democratici e il suo riconoscimento internazionale quale Repubblica Federale indipendente e sovrana” ed è accolto da un bagno di folla. Addirittura il sindacop di Agropoli a salutarlo. Quando cominceremo a pensare da cittadini e non da sudditi? quando smetteremo di essere conquistati?
    Che vergogna! Per fortuna erano presenti anche dei contestatori, troppo pochi però!

  2. Sono una persona onesta e rispettata ,ma debbo reclamare alcuni disservizi ,quando avevo fame nessuno mi a dato un pezzo di pane ,il lavoro me l conquistato con le mie braccia ,o presentato come tanti per un alloggio popolare per ben 42 anni ,ma mi è stato negato un alloggio,ora vengono a chiedere il voto ,come mi dovrei comportare con questi delinquenti che favoriscono ad amici e parenti ,ora basta promesse non mantenute ,grazie ,per tutto quello che mi avete dato .

  3. In un’altra testata giornalistica locale i contestatori vengono definiti “volti noti dello spaccio e del consumo di droga locale …”. Ma questo pseudo giornalista come si permette? Se è a conoscenza di fatti di spaccio vada dalle autorità competenti. Poi il pseudo giornalista continua “ma anche brave persone con fischietti e striscioni che cercavano un po di visibilità e sfogare le proprie frustrazioni” . Ma come si permette di giudicare le persone che manifestavano pacificamente le proprie idee in questo modo?
    Infine un consiglio al pseudo giornalista: vada a ripetizione di italiano.

    1. a pseudo va anteposto l’articolo “lo”.In tanti avremmo bisogno di tornare a scuoa

  4. Il mio commento lo sò che è stato cancellato ma io mi sento deluso e mortificato di tali ingiustizie di chi a veramente bisogno oppure di nò,sono come una bestia ferita a morte se mi capite il mio sfogo ,di essere trattato male solo nelle votazioni si presentano come mendicanti cercando un pezzo di pane ,questa e la politica marcia e corrotta ,e una vergogna in tutto strutture incomplete e abbandonate a morire al loro destino soldi buttati a mare e una vergogna per il popolo ,sperando di avermi espresso bene ,la ringrazio e la saluto.

  5. Che vergogna! Mi vergogno della mia terra che accoglie don applausi una persona che fino a qualche tempo fa sperava che il Vesuvio aiutasse. Ci meritiamo quel che abbiamo,!

  6. Che Salvini e la sua corte dei miracoli venga a fare il suo show ad Agropoli circondato da nani e ballerine e che abbia anche un suo seguito è plausibile (siamo in Italia mica in Europa….), per combinazione siamo anche in democrazia, fatevene una ragione! Che però il Sindaco Coppola vada a dargli il benvenuto è del tutto irrazionale, fuori luogo, oltraggioso e segno di una mentalità così provinciale e medievale che la dice lunga (caso mai ce ne fosse ancora bisogno) sulle capacità di quest’uomo. Se l’oggetto delle attenzioni del Sig Coppola fosse stato un famoso scrittore, uno statista o persino un cantante avrei anche capito, ma omaggiare uno dei più squallidi politicanti da strapazzo che la nostra Nazione abbia mai avuto, uno che ha sempre denigrato i Meridionali e insultato la nostra Terra e che per soli scopi elettorali adesso finge di prendere a cuore le nostre questioni, bhe, tutto questo è un oltraggio nei confronti di Agropoli, degli Agropolesi ed in generale di tutto il Sud. Bene avrebbe fatto Coppola ad evitare questo teatrino, ma io mi chiedo: c’è ancora qualcuno che ha fiducia in questo Sindaco?

    1. Al Sig. Coppola, pur essendo Agropolese anche se acquisito, non credo che interessi più di tanto il bene di Agropoli se non che essendo la sua “buona fonte di vita” deve cercare di tenersela buona.
      Non mi meraviglia di come si sia comportato col suo “collega Salvini” in quanto, solo nel dubbio che possa avere ,ma non credo e non lo spero, un’affermazione in zona, già si sia preparato , come già fatto, quando era il segretario cittadino di FI, a un altro cambio di casacca ,allora lo fece per salire sul carro “VINCENTE” di Franco Alfieri. Il Sig. Coppola , questa sua metamorfosi si è guardato bene di citarla nei suoi ,non pochi CV pubbblicati.
      Comunque la politica ,quella vera ,é oramai defunta, vi è solo gente pronta a qualsiasi compromesso pur di fare i suoi interessi. Ribadisco, che fra tutta questa “poltiglia”, per me il meno invischiato sia il M5S , al quale al momento sento di dare ,coscientemente, il mio appoggio. Per quanto riguarda Coppola, non è altro che una marionetta assieme ad Alfieri e lo saranno fino a quando ci sarà come “PUPARO” De Luca e come pubblico certi cittadini di Agropoli interessati affinché questo teatrino continui.

  7. Sono FIERO DI ESSERE TERRONE…..un TERRONE CHE NON DIMENTICA, quindi……IO LA LEGA NON LA VOTO!!!!!!

  8. Leggo con piacere i vari commenti scritti sulla venuta di un personaggio non molto gradito. Qualche giorno addietro avevo previsto l’inchino del primo cittadino che non si è smentito.a dimostrazione della incapacità politica che lo caratterizza anche nei fatti correnti. Un grazie sentito a Franco Alfieri sperando in un futuro migliore più qualificato sia dal punti di vista politico che di gestione della cosa pubblica