CilentoCronacaIn Primo Piano

Caos al Buondormire, intervengono i carabinieri

Attività commerciale ancora aperta nonostante i divieti e arenile affollato. Al Buondormire scattano le denunce. Ieri mattina sulla spiaggia di Palinuro sono arrivati i carabinieri della locale stazione guidati dal maresciallo Giuseppe Sansone. È il secondo blitz nel giro di pochi giorni. Il primo la scorsa settimana quando i militari, insieme agli agenti di polizia municipale e ai tecnici comunali, hanno notificato agli attuali gestori della spiaggia, l’ordinanza di interdizione della baia emessa dal sindaco Carmelo Stanziola, per questioni di sicurezza, con la chiusura immediata dell’attività commerciale, poiché aperta senza alcuna autorizzazione e la demolizione delle opere realizzate, pedane e steccati poiché abusivi.

Al primo sopralluogo era presente Alessandro Manzo, gestore dell’attività di bar ristoro, concessa e autorizzata con contratto di fitto stipulato con la Pastore Costruzioni, società proprietaria dell’Hotel Kings, struttura turistica che sovrasta la Baia. A distanza di qualche giorno nulla è cambiato.

Nonostante le ordinanze di interdizione e di chiusura a qualsiasi attività commerciale, fino a due giorni fa sulla spiaggia si é continuato ad operare tenendo aperta l’attività commerciale e sbeffeggiando anche le autorità e le istituzioni. In diverse foto e video postati postati sui social venivano riportate frasi offensive sui “Cilentani”, deridendo chi in questi giorni aveva denunciato una situazione poco rispettosa delle ordinanze.

Ieri mattina i carabinieri sono tornati al Buondormire ed è scattata la denuncia per occupazione abusiva di suolo demaniale. Una estate da dimenticare per la Spiaggia più bella d’Italia, passata da luogo d’incanto a materiale di indagini da parte della Procura della Repubblica di Vallo della Lucania. Sul Buondormire e sulla frequentazione in spiaggia di giovani con possibili legami a clan camorristici c’è un fascicolo aperto dal procuratore capo Antonio Ricci. Ci sono diverse denunce, tra cui anche un caso di sequestro di persona su cui si sta indagando. Eppure il Buondormire era fino allo scorso anno, con altra gestione, un luogo esclusivo, un’oasi di pace immersa nella natura che a Palinuro ha richiamato star di caratura internazionale, ovvero l’attore Leonardo Di Caprio, il campione mondiale di nuoto Michael Phelps, l’attore e produttore cinematografico statunitense Matthew McConaughey, la modella Claudia Schiffer e ancora la principessa Charlotte Casiraghi. Un livello e uno spessore di frequentazioni ben lontane da quelle registrate nei giorni scorsi.

Le immagini sono finite da settimane tutte sul tavolo delle forze dell’ordine e degli enti competenti al fine di sollecitare gli interventi necessari. La speranza è che la zona venga messa in sicurezza e se ne assicuri, così come avveniva fino allo scorso anno, una fruizione disciplinata. Palinuro non vuole perdere un altro simbolo come già accaduto per l’Arco Naturale per il quale, però, a breve potrebbero prendere il via i lavori di sistemazione.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it