Una menta a Mentana

Oggi Sabato Santo, volevo parlare d’altro. Volevo parlare della commovente Via Crucis fatta ieri sera da Papa Francesco ,in un posto insolito, dove ho sentito l’umanità che si sposava con i valori fondativi del cristianesimo. Il Santo Padre ,quasi a guidarci da vicino, ci invitava a vedere questo virus come risorsa. Come se fosse una cura. La cura della nostra anima , del nostro pianeta. Un invito a risorgere, a non farci prendere dallo sconforto, ad essere ottimisti, fiduciosi ,pronti al futuro in maniera diversa. Solo che, nella mia consueta rassegna stampa mattutina, scovo una notizia che mi ha lasciato un po’ perplesso.

blank

Il Direttore del TG LA7 Enrico Mentana, che seguo dai tempi del TG5;grande giornalista , professionista dell’informazione libera, senza padrini e padroni, si è lasciato scappare un suo personalissimo giudizio sulla conferenza stampa del Premier Conte. In sostanza il nostro Primo Ministro ha sbagliato difendendo  le sue posizioni e criticando l’operato dell’opposizione sul Governo e sul Mes (ormai divenuta parola di uso comune, anche se non tutti sanno cos’è… a che serve…quando è nato etc) dagli attacchi scellerati e pretestuosi dei Leaders dell’opposizione. “Il Mes – dice il premier – esiste dal 2012, non è stato istituito ieri o attivato la scorsa notte come falsamente e irresponsabilmente è stato dichiarato da Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Noi abbiamo un progetto ambizioso e lavoriamo per gli eurobond. Certo il rischio di tempi non rapidi c’è e se ci sono scorciatoie ditemele”.

Secondo il Direttore Mentana Il Presidente Conte non doveva parlare di queste cose in conferenza stampa. Doveva tenersi gli attacchi dei due sciacalli e scellerati capi dell’opposizione. Dopo il danno anche la beffa ,le verità nascoste, le fake news.Sono d’accordo con Sandro Ruotolo, sottoscrivo ogni parola della sua dichiarazione inerente al caso .Signor giornalista, adesso Senatore della Repubblica, ha dichiarato “ Rivedendo la Conferenza stampa, a me il Presidente Conte è piaciuto molto. Chiaro, semplice, si è fatto capire da tutti. Ha spiegato la posta in gioco in sede europea, ha detto, in sostanza, che il bicchiere è mezzo pieno e che la partita è ancora in corso. E non vi dico quanto mia sia piaciuta poi la sua risposta al duo Meloni-Salvini che da ore stavano inondando i social media e i giornali on Line di falsità e bugie. Non la penso come il direttore Mentana. Il presidente Conte aveva tutto il diritto di rispondere a chi, falsamente, lo accusava di essersi piegato al Mes, quel Mes sottoscritto dal governo Berlusconi. “Se avessi saputo quello che diceva non avrei mandato in onda quella parte della conferenza stampa”.

E perché il direttore di un Tg si arroga il diritto di censurare il capo del governo? Se non ti piace il discorso del premier lo dici in un editoriale. Prendi posizione. Legittimo. Ma non era vietato vietare.” Caro Direttore Mentana, ultimamente non è tanto in forma. Il 2 aprile dichiarava A Napoli c’è anche un ‘eccellenza”, il nostro Ospedale Cotugno.  Tutta la città si è indignata per quello che ha detto. La sua risposta è stata peggio della premessa: “Ridicoli piagnoni che vi attaccate a un anche, imparate l’italiano. Amo Napoli più di voi evidentemente” . Noi che la stimiamo e la vogliamo bene ,le possiamo consigliare una tisana alla menta dalle proprietà :energizzanti, toniche ,rinfrescanti, antiinfiammatorie. Le servirà in questo periodo, per tutta l’attività che svolgerà al servizio della buona informazione.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Roberto Scola

Roberto Scola, quarantacinque anni, Docente di Lettere e cultore di giornalismo e comunicazione di massa. Ho cominciato da giovanissimo la mia attività di collaborazione con varie testate giornalistiche: Il Mattino, La Città, InfoCilento, poi tante rubriche su tanti giornali locali a cadenza settimanale e mensile. Ho avuto esperienze di relatore in progetti che riguardavano la comunicazione. Mi occupo di cronaca, scuola, politica, storia e letteratura. Attualmente è sempre viva la mia collaborazione con: InfoCilento, Cronache Cilentane, Unico.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it