Montella PrismArredo
AttualitàCilento

Castellabate, l’impianto a biomasse continua a far discutere

Il sindaco Costabile Spinelli sottolinea l'importanza dell'impianto: "garantirà risparmi per 400mila euro"

CASTELLABATE. Continua a far discutere la questione dell’impianto a biomasse. Dopo la protesta della scorsa settimana da parte del Comitato La Forza di Cambiare, il quale chiede che il comune receda dal suo intento, arriva la replica del sindaco Costabile Spinelli. Il primo cittadino sottolinea l’importanza dell’impianto. “Il sindaco – dice – è il primo che ha a cuore la salute del cittadino, si stanno creando falsi allarmi”.

La macchina che entrerà in funzione a Castellabate si alimenta col microcippato, ovvero gli scarti di legno. Sarà capace di produrre 40 chilowatt termici che verranno utilizzati per i fanghi di depurazione. “Questi – ha spiegato il primo cittadino – hanno una percentuale di umidità altissima e siccome il conferimento è legato al peso, con questa macchina, attraverso un sistema di essiccazione, si ridurrà il loro volume con unrisparmio 400mila euro. Insomma è un circolo virtuoso”.

Per Spinelli, quindi, le polemiche sono immotivate: “Ho dato la mia disponibilità ad andare a vedere da vicino i fenomeni che questa macchina comporta, poi faremo le valutazioni con la popolazione”, ha aggiunto

La comitato che si batte contro l’impianto a biomasse non hanno mancato di replicare: “Il Sindaco Spinelli da semplice diplomato in ragioneria si ostina a ritenere le sue affermazioni errate più valide di quelle di Esperti Professionisti”.

Tags
Continua dopo la pubblicità

Elena Matarazzo

Nata a Milano, si trasferisce giovanissima nel Cilento, la terra nella quale è poi rimasta a vivere e alla quale si sente particolarmente legata. Laureata in lettera, si occupa principalmente di arte, cultura e spettacolo.
Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it