CronacaGlobal

Caso di coronavirus all’ospedale di Eboli:

In quarantena anche i medici

Caso di coronavirus per una donna ricoverata all’ospedale di Eboli. L’intero reparto di medicina generale dell’ospedale è in quarantena con pazienti e parenti chiusi nelle stanze per evitare il contagio. La paziente, giunta all’ospedale ieri sera 5 marzo 2020 con broncopolmonite, presentava sintomi compatibili con quelli del Covid-19.

Scattata la profilassi, si è prelevato il campione da inviare presso il presidio ospedaliero partenopeo. Giunta poche ore fa la conferma di positività.

Incertezza adesso per i membri dello staff medico entrati in contatto con la paziente, rimasta tra le mura del “Maria Santissima” per almeno tre turni. Pare che circa una ventina di sanitari possano essere entrati a contatto con la donna.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento e Vallo di Diano. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

3 commenti

  1. Ma le mascherine non possono già tenerle da prevenzione in questi ospedali sopratutto infermieri del prontosocorso? Oramai ogni giorno è un rischio perché non metterle? 🤔

  2. Perche’ non le hanno. E non pensano neanche a cercarle perche’ “tanto io non mi ammalo, sono gli altri che sono esagerati”. Tutti I medici che conosco in Lombardia per 1 mese a partire da che si è saputo dell’epidemia in Cina se ne sono anpiamente fregati. 1 mese di tempo in cui si è perso tempo preziosissimo. E al sud ne perdono ancora.

    1. Le mascherine da sole non servono vanno fatte indossare ai pazienti i sanitari dovrebbero indossare maschere con filtro protezione degli occhi camice lungo mono uso da cambiare in locale separato ed isolato almeno ogni 12 ore non possono girare poi per i reparti ovviamente questo non è possibile. La identificazione dei pazienti a rischio per storia di contatto va fatta in accettazione li avrà sbagliato la clinica che non ha fatto analisi del rischio e trasferito la paziente senza misure di cautela

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it