Montella PrismArredo
AttualitàCilento

Enpa, giornata di sensibilizzazione all’Istituto Comprensivo di Casal Velino

Ieri mattina l'iniziativa

Quella tra uomo e animale è un’amicizia speciale, un legame duraturo nel tempo che riesce a riempirti e a colorarti le giornate di mille sfumature. Un alleato contro la tristezza, un amico fedele, un compagno di vita.
Lo sa bene l’ENPA, Ente nazionale protezione animali, la più grande e la più antica associazione animalista italiana operante sull’intero territorio italiano che vanta numerose delegazioni, tra cui quella di Vallo della Lucania, con oltre 150 tesserati.

L’iniziativa dell’Enpa a Casal Velino

Nella mattinata di ieri, presso l’Istituto Comprensivo di Casal Velino, la delegata prof.ssa Noemi Lenza ha organizzato un’interessantissima manifestazione sul benessere animale e lotta contro il randagismo alla quale hanno partecipato, con attivo entusiasmo, gli alunni della scuola dell’infanzia e della scuola primaria. Ad inaugurare la mattinata, ci ha pensato la dirigente scolastica, prof.ssa Giuliana Autieri per poi proseguire con la lettura del librettino “Amici Cucciolotti”.

I bambini hanno rivolto curiose domande sull’argomento ed hanno mostrato con fierezza i tanti cartelloni dedicati agli amici a quattro zampe, realizzati con l’aiuto delle loro insegnanti, di cui, nel mese di maggio verrà premiato quello che ha ottenuto maggior apprezzamento, attraverso un piccolo concorso interno. La giornata di sensibilizzazione si è conclusa con l’apertura di una colletta alimentare, alla quale potrà partecipare chiunque voglia sostenere la delegazione ed aiutare cani e gatti in difficoltà.

Tags
Continua dopo la pubblicità

Chiara Esposito

Classe 1992 vive a Casal Velino. Da piccola quando le chiedevano “Cosa vuoi fare da grande?” la risposta era unica e sola “l’avvocato”. Così dopo gli studi scientifici si iscrive alla Facoltà di Giurisprudenza all’Università degli Studi di Salerno. Amante della scrittura, divoratrice compulsiva dei libri di Oriana Fallaci ed eternamente bisognosa di umanità, crescendo capisce che forse non sarà la toga da avvocato a renderla realmente felice. Così tra un esame di diritto penale e uno di civile, riapre uno di quei cassetti che aveva accantonato per un po’ di tempo e ricomincia a scrivere. Oggi, di una cosa è più che certa. Se a quella bambina le venisse posta la stessa domanda, con gli occhi vispi e curiosi risponderebbe senza alcun dubbio: “LA GIORNALISTA”.
Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it