Forlenza
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Castellabate, depositate le firme per un referendum sulla Consac

Un referendum per dare la possibilità ai cittadini di Castellabate di scegliere se continuare o meno con la gestione del servizio idrico da parte di Consac. È questa la richiesta del Comitato Civico per Castellabate che nella giornata di ieri ha protocollato a palazzo di città le firme raccolte in circa un mese e mezzo tra i cittadini. L’obiettivo è quello dare la possibilità agli utenti di decidere senza imposizioni se continuare con la società con sede a Vallo della Lucania o ritornare all’Asis.

Una questione che sta facendo discutere da mesi, tanto che nel dicembre scorso i cittadini decisero anche di scendere anche in strada e di organizzare un corteo per protestare contro la Consac.

L’apice del malcontento è dovuto alle bollette dell’acqua, ricevute da molti cittadini del paese di Benvenuti al Sud, con costi più elevati rispetto a quando a gestire il servizio idrico era gestito da Asis. I chiarimenti del Comune e della stessa Asis non sono serviti a placare gli animi. Spetterà all’amministrazione comunale decidere se indire delle consultazioni per consentire ai cittadini di esprimersi sul tema.

Tags
Continua dopo la pubblicità

Sergio Pinto

Inizia da giovanissimo l'attività di giornalista, dapprima collaborando per una radio locale, poi fondando un free press nel territorio di Casal Velino. Successivamente ha lavorato con i quotidiani "La Città", "Il Mattino" e "L'Opinione". Fondatore della casa editrice e studio di comunicazione Qwerty, è stato editore e direttore responsabile del mensile "L'Informazione", distribuito su tutto il territorio cilentano. Dal 2009 è direttore di InfoCilento.
Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it