Montella PrismArredo
CalcioCampionati RegionaliSport

Eccellenza: Polisportiva Santa Maria, arriva un pari allo stadio “Carrano”

I giallorossi erano opposti ai grigio rossi dell'Angri

La Polisportiva Santa Maria, dopo lo scivolone con la Scafatese, tornava tra le mura amiche, del “Carrano”, per rilanciare le proprie ambizioni al vertice del raggruppamento B d’Eccellenza regionale. Tra i ragazzi di Pirozzi ritorno in campo per Fariello, dopo l’infortunio, ed esordio dal primo minuto in campionato per l’argentino Cotello. Nello 0-0 finale, contro un buon Angri, grosso il rammarico dei cilentani che non trovano mai lo spiraglio giusto per centrare l’intera posta in palio.

La cronaca del match

Una gara equilibrata in avvio vede al 6′ di gioco un’azione dubbia, sugli sviluppi di un calcio da fermo, nell’area ospite, ma il direttore di gara, Mascolo di Castellammare, lascia correre. Prima occasione da rete al 18′ per l’Angri, Della Femmina vede il suo tiro, scagliato dai 20 metri, deviato in corner. Dall’angolo, su mischia, Grieco è provvidenziale nel colpo di reni, l’estremo difensore giallorosso salva, cosi, con la mano destra la spizzata aerea prodotta dagli ospiti. La risposta cilentana arriva al 21′ con Cotello, l’esterno offensivo batte, ad incrociare, di poco al lato, però, dal settore sinistro del campo. Al 24′ ancora Polisportiva pericolosa: la fiondata di Cotello colpisce in pieno Capozzoli, che non trova la girata verso la porta di Calabrese. Alla mezzora Capozzoli e Cotello combinano a ridosso dei sedici metri, il filtrante per Pellegrino è di poco lungo, Calabrese chiude bene in uscita. La Polisportiva resta in 10 al 40′: Grieco, dopo una ripartenza ospite, stende Delle Donne, all’altezza dei 25 metri, il direttore di gara estrae il cartellino rosso, per fallo da ultimo uomo, lasciando i padroni di casa in inferiorità numerica.


Nella ripresa si gioca pochissimo. Al terzo, dopo una manovre avvolgente dei cilentani, De Sio, all’interno dei 16 metri, spara malamente lontano dalla porta difesa da Calabrese. Occasionisima al 9′ per i giallorossi: Capozzoli si destreggia bene prima di mettere al centro per Pellegrino che gira di poco alla sinistra di Calabrese. Al quarto d’ora è Cotello a crearsi un varco importante, in solitaria, Calabrese è costretto a metterci i guantoni, poi Simonetti, sulla respinte, calcia di mezzo metro sul fondo. Polisportiva ancora pericolosa, al 20′, con De Sio il jolly di Pirozzi spara però centralmente consentendo l’intervento di Calabrese. Al 26′ è Capozzoli, dal versante sinistro, a mettere una palla velenosa ne mezzo, dove non arriva nessuno dei suoi. L’Angri si rende pericoloso, invece, al 27′ con un tiro-cross smanacciato da Giletta, al 31′ punizione bassa di Capozzoli, Calabrese è ancora attento in presa bassa. Altra occasione confusa al 37′ : l’Angri riesca ad allontanare la minaccia imbastita da Cotello e Pellegrino, sul settore sinistro del campo. Negli ultimi minuti in pratica non si gioca più: termina cosi 0-0 allo stadio “Carrano” di Santa Maria di Castellabate.

Tags
Continua dopo la pubblicità
Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it