Nomasvello
AttualitàCilento

Stop all’attività per i lavoratori del Corisa4

Ancora un futuro di incertezza

VALLO DELLA LUCANIA. Sospese le attività per i 24 lavoratori della Corisa4 che dall’ottobre del 2018 erano impegnati in un progetto regionale finanziato dall’Unione Europea e in attesa di ricollocazione. Questi, fino al Maggio 2020, avrebbero dovuto svolgere attività di controllo nei pressi delle discariche territoriali, invece nei giorni scorsi è arrivato lo stop. Secondo il nuovo responsabile finanziario della Regione Campania, infatti, i soldi utilizzati fino a oggi per il pagamento dello stipendio dovevano essere utilizzati diversamente, ovvero per l’acquisto di attrezzature.

Di qui lo stop all’attività dei lavoratori del Corisa4. Questi ultimi vivono ormai da tempo una situazione di precariato e incertezza lavorativa. Con la cessazione delle attività effettiva del Consorzio speravano di essere reintegrati nelle ditte che eseguono la raccolta rifiuti sul territorio o negli Ato, gli ambiti territoriali previsti da legge regionale Di fatto ciò non è avvenuto.

“Chiediamo solo di lavorare”, dicono i lavoratori. Molti si appellano ai comuni e c’è chi sottolinea la necessità di riattivare l’impianto di Vallo Scalo, ormai in disuso, che potrebbe essere a disposizione di tutte le località cilentane, garantendo lavoro e meno spese per gli enti. Di fatto, però, la situazione è ancora bloccata e i lavoratori sono pronti a rivolgersi anche alla Procura se non dovesse sbloccarsi.

Tags

Ti potrebbero interessare

Back to top button
Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it