Acciaroli: una marcia per Angelo Vassallo

In marcia per Angelo Vassallo. L'1 dicembre appuntamento ad Acciaroli!

POLLICA. Il porto di Acciaroli, luogo simbolo della comunità, farà da sfondo a un evento che, negli anni, ha consolidato sempre più le sue ragioni e le sue radici. Domenica 1° dicembre, a partire dalle ore 11, proprio nel luogo più amato dal sindaco pescatore, si terrà una marcia in onore e in memoria di Angelo Vassallo, assassinato a sangue freddo il 5 settembre del 2010. A nove anni di distanza, non è stato ancora individuato un colpevole, e le ipotesi, i dubbi e gli interrogativi si sono succeduti in un circolo vizioso che , a oggi, non ha restituito alcuna risposta.

blank

Dario Vassallo, fratello del sindaco, è uno fra i portavoce più autorevoli della volontà di verità e giustizia che l’intera comunità pretende a gran voce: sentito dalla commissione Antimafia, sembrerebbe aver fatto i nomi di quelli che, secondo lui, sono i colpevoli di quell’efferato omicidio.

“Secondo me siamo molto vicini alla verità”, ha fatto sapere Dario: un passo avanti, questo, decisamente rilevante, che sarebbe stato determinato anche grazie all’attenzione mediatica suscitata dal servizio de Le Iene: Giulio Golia, infatti, ha ripercorso gli ultimi giorni di vita del sindaco passando in rassegna tutti i personaggi che, in un modo o in un altro, hanno giocato un ruolo importante nella vita di Angelo Vassallo.

L’inchiesta, inoltre, sembra essersi arricchita di nuovi elementi grazie a una lettera anonima – indirizzata proprio alla redazione de Le Iene – scritta da un carabiniere, e che fornisce informazioni inedite su due carabinieri: Lazzaro Cioffi e Fabio Cagnazzo.

Dopo quasi dieci anni, dunque, non si smette di ricordare, né di cercare la verità: intanto, l’unico indagato, resta l’ex sottufficiale Lazzaro Cioffi, ora sotto processo perché accusato di alcune complicità con il boss della droga del Parco Verde di Caivano.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Antonella Capozzoli

Si laurea nel 2013 in Lettere Moderne e nel 2016 consegue la specialistica in Filologia Moderna col massimo dei voti. Collabora all'organizzazione del Convegno Internazionale Boccaccio Angioino ( 2013) presso l'Università degli studi di Salerno. Pubblica il saggio " Il Decameron, la Fortuna e i mercatanti della seconda giornata" sulla rivista semestrale di letteratura e cultura varia " Misure critiche" ( 2014).

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it