Nuova Elite
AttualitàCilento

Agropoli: difensore civico chiede chiarimenti sull’autovelox

AGROPOLI. Il difensore civico della Regione Campania ha chiesto chiarimenti al comune sull'Autovelox di Agropoli. Nei giorni scorsi è stata inviata a palazzo di città alla quale l'Ente dovrà rispondere entro tre giorni. "La nostra segnalazione al Difensore Civico (che tutela i cittadini contro gli abusi di potere della Pubblica Amministrazione) è stata ritenuta ammissibile e, quindi, di conseguenza, è stata aperta formale procedura contro il Comune di Agropoli", spiega l'avvocato Giuseppe Russo, a capo dell'associazione Noi Consumatori di Castellabate. "ontatteremo codesto organismo per essere edotti sui tempi per la definizione di quella che é una vera e propria procedura d'infrazione per abuso di potere", aggiunge il legale cilentano. Sull'autovelox di Agropoli pende anche un esposto inviato al Ministero dei Trasporti, al Provveditorato delle Opere Pubbliche e alla Corte dei Conti. "Andiamo avanti, lo faremo spegnere. Abbiamo documentazione già corposa per quando andremo a discutere in Prefettura. Contiamo di fare intervenire quante più autorità possibili", ha concluso Russo.

AGROPOLI. Il difensore civico della Regione Campania ha chiesto chiarimenti al comune sull’Autovelox di Agropoli. Nei giorni scorsi è stata inviata a palazzo di città una missiva alla quale l’Ente dovrà rispondere entro trenta giorni. “La nostra segnalazione al Difensore Civico (che tutela i cittadini contro gli abusi di potere della Pubblica Amministrazione) è stata ritenuta ammissibile e, quindi, di conseguenza, è stata aperta formale procedura contro il Comune di Agropoli”, spiega l’avvocato Giuseppe Russo, a capo dell’associazione Noi Consumatori di Castellabate.

“Contatteremo codesto organismo per essere edotti sui tempi per la definizione di quella che é una vera e propria procedura d’infrazione per abuso di potere”, aggiunge il legale cilentano.

Sull’autovelox di Agropoli pende anche un esposto inviato al Ministero dei Trasporti, al Provveditorato delle Opere Pubbliche e alla Corte dei Conti. “Andiamo avanti, lo faremo spegnere. Abbiamo documentazione già corposa per quando andremo a discutere in Prefettura. Contiamo di fare intervenire quante più autorità possibili”, ha concluso Russo.

Tags
Back to top button
Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it