blank
blank

Giungano: stop allo spreco dell’acqua potabile

Il primo cittadino firma un'ordinanza per tutelare l'igiene e la salute pubblica

E’ perentoria l’ordinanza emanata dal primo cittadino di Giungano, Giuseppe Orlotti, relativa all’utilizzo dell’acqua potabile nel suo Comune.

“La stagione estiva” – si legge nel documento – “si è caratterizzata per una preoccupante mancanza di piogge; questo ha determinato un calo della portata delle sorgenti che comporta disagi nella distribuzione idrica da parte degli Enti gestori dei Comuni”.

L’Asis, inoltre, ha comunicato la necessità di una riduzione proporzionale della fornitura idrica del 20% per tutti i Comuni; per questa ragione, il primo cittadino ha emanato il divieto assoluto di sprecare l’acqua potabile. Innaffiare i giardini o gli orti, lavare la macchina, riempire le piscine: tutte queste pratiche verranno sanzionate con multe da 25 a 500 euro.

La tutela e la salvaguardia del dell’igiene e della salute pubblica sono necessità da mettere al primo posto” – chiarisce ancora l’ordinanza, e sarà compito della Polizia Municipale vigilare affinché l’acqua venga utilizzata esclusivamente per usi domestici.

CONTINUA A LEGGERE
blank

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it