Terme Cappetta
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Acquavella: la piazza dedicata al Santo cambia nome, è polemica

La scelta di cambiare denominazione a piazza Sant'Antonio sta creando non poche polemiche

CASAL VELINO. Una strada per il benemerito dottore Eugenio Severini. Questa la richiesta di un gruppo di cittadini che ha determinato malumori nella frazione Acquavella. L’istanza, sottoscritta da un nutrito gruppo di residenti, era stata indirizzata al Comune affinché venisse ricordato un benefattore della popolazione acquavellese che ha compiuto diverse donazioni in favore della comunità.

A innescare le polemiche la scelta dell’ultimo consiglio comunale di reintestare la piazza denominata Sant’Antonio, trasformandola in piazza dott. Eugenio Severini. Una decisione che ha fatto storcere il naso a quanti non volevano che la nuova denominazione interessasse proprio la piazza adiacente la Cappella di Sant’Antonio, visto anche il legame tra la locale comunità e il Santo. Qualcuno, inoltre, ha sottolineato di aver firmato la petizione per cambiare la toponomastica, senza sapere su quale area sarebbe ricaduta la scelta.

Da palazzo di città, provano a placare gli animi. “La scelta – spiegano – è stata dettata, in via esclusiva, dalla volontà di mettere in risalto la figura del dott. Severini e non quella di sminuire la figura del Santo, il cui culto viene vissuto da tutti con sentimento di sincera devozione, e si è optato per la reintestazione di Piazza Sant’Antonio, soltanto perché si è fatto riferimento a quelle che sono state le donazioni del dottore Severini”.

Il sindaco Silvia Pisapia fa sapere di essere pronta ad un pubblico confronto per discutere della questione e trovare una soluzione condivisa.

Tags

4 commenti

  1. Come al solito i politici i confronti con i cittadini li fanno “DOPO” e non “PRIMA DI AVER PRESO LE DECISIONI”…

  2. Io invece mi firmo perche’ sono stato il primo a scrivere che mi sono visto prendere in giro quando ho messo la firma davanti al Sign. Marino Federico….ripeto mi sono visto prendere con ( inganno ) perche’ (come avevo capito ) NON SI PARLAVA ASSOLUTISSIMAMENTE di codesta piazza se’ no’ (ripeto) non avrei firmato…detto questo personalmente ho espresso solo come io la penso su questo argomento…non tutti la vediamo allo stesso modo ..adesso sta’ alla maggioranza Acquavellese se cambiare o no’il nome della piazza..e aggiungo…che i manifesti DEMOCRATICAMENTE potevano essere messi prima di prendere una decisione mettendo a conoscenza il popolo di Acquavella ….forse si sarebbero evitate tante discussioni…..ma io ci tengo a dire …mi domando fra me e me…CAMBIANDO IL NOME DI CODESTA PIAZZA…SIAMO SICURI DI RISPETTARE LA VOLONTA’ DEL DEFUNTO DOTT.EUGENIO SEVERINI?????? NON DIMENDICHIAMO CHE E’ STATO PROPIO LUI A VOLERE FORTEMENTE DA CREDENTE IL NOME DI QUESTA BENEDETTA PIAZZA….a come la vedo io cosi facendo si va’ contro la sua volonta’….Ripeto SENZA OFFESA X NESSUNO…..

  3. Cambiare il nome e/o la conformazione della piazza principale di un paese è come cancellare il passato di quel paese. L’operazione già è stata effettuata alla frazione Marina adesso tocca ad Acquavella. Un’amministrazione che da 20 anni ormai decide le sorti del paese senza alcunaa democrazia

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito