Gold Metal Bank
AttualitàGlobal

Turismo in Campania: pienone nelle città d’arte e turistiche, ma preoccupazione da parte degli operatori turistico – balneari.

Chiesti interventi per la tutela del litorale

Una Pasqua alta condita da numeri importanti per le nostre città d’arte e turistiche di buon auspicio per l’avvio della stagione turistica regionale che però porta con se, come preannunciato dall’allerta meteo diramata dalla protezione civile, pioggia, molto vento e mare alto. Proprio quest’ultimo fenomeno nella nottata di Pasqua ha flagellato con una violenta sciroccata le coste di tutta la regione portando ancora una volta alla ribalta le lamentele da parte degli operatori economici turistico balneari che vedono restringersi sempre di più gli spazi di arenile loro concessi.

E’ un quadro complesso quello della nostra regione che investe per la salubrità dei corpi idrici definite anche per mezzo del PTA piano di tutela delle acque, mentre per il PSEC piano stralcio erosione costiera fermo dal 2012 si dovrebbero intraprendere una serie di ragionamenti volti all’ascolto anche delle parti sociali per concertare assieme al mondo dell’impresa le soluzioni migliori e sostenibili per scongiurare la perdita di un bene di tutti prezioso e purtroppo esauribile che è rappresentato dalle spiagge della nostra Campania.

“Siamo stati sollecitati da numerosi associati in queste ore” – dichiara il Presidente Regionale FIBA Confesercenti Raffaele Esposito -, “siamo vicini a questi imprenditori che troppo spesso vengono agli onori della cronaca per aspetti ben poco edificanti e che quando però in piena notte si alzano assieme alle loro famiglie ed ai collaboratori per scongiurare e cercare di contrastare le onde che devastano la spiaggia e con loro tutte le attrezzature e le strutture figlie di decine di anni di sacrificio, vengono lasciati soli, ignorati. Proprio per questo – prosegue il Presidente Esposito, approfittando della sensibilità della Regione Campania, voglio sollevare nuovamente le problematiche legate al rischio idrogeologico ed alla erosione costiera che attraverso opportune progettazioni, nel rispetto dei territori di alto pregio ambientale, e con un buon dialogo istituzionale potrebbe e sono certo sarà debellato definitivamente il tutto a vantaggio di ospiti, territori ed imprese turistiche e turistico balneari. Non dimentichiamo che, quando si parla di attività balneari e comunque legate alla risorsa mare stiamo parlando di un settore imprenditoriale molto rilevante della economia nazionale e regionale che attraverso politiche di destagionalizzazione, non ovunque purtroppo, molto spesso risultano essere un settore trainante per il gradimento degli ospiti internazionali e nazionali che visitano anche in bassa stagione le nostre meravigliose località di mare”.

Nel merito interviene il Presidente Interregionale Confesercenti Campania Molise Vincenzo Schiavo, il quale dichiara: “la costante disponibilità al dialogo ed alla collaborazione istituzionale e a tal fine siamo in attesa in tempi brevissimi, così come accaduto in merito alla estensione delle concessioni demaniali marittime per ulteriori 15 anni, una convocazione da parte della Regione, che sotto il profilo turistico legato alla ospitalità ed alla accoglienza sta facendo molto bene, per capire insieme come affrontare nel miglior modo possibile le questioni riportate in premessa ma anche tante altre tematiche importanti, come il PUAD, le valenze turistiche, l’accessibilità e la sostenibilità per la stabilizzazione definitiva delle imprese balneari e turistiche regionali”.

Tags
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker