Agropoli, addio a Germano Bonora

E' stato docente e scrittore

Agropoli piange Germano Bonora. Ex docente e scrittore viveva nel centro costiero dal 1967. Era nato ad Ogliastro Cilento. E’ stato professore di italiano e latino al liceo “Alfonso Gatto” fino al 1996, anno in cui andò in pensione per dedicarsi di più alla scrittura. Fin dagli anni del liceo aveva collaborato a quotidiani e periodici sia come cronista sia come saggista.

L’incontro con Padre Giacomo Selvi, morto in concetto di santità, a soli 49 anni, nel 1987, aveva segnato una svolta nella sua attività di scrittore. Per il compianto sacerdote francescano è in corso il processo di beatificazione, avviato proprio a seguito della pubblicazione di alcuni suoi libri, raccolti nel ponderoso volume Grazie, Padre Giacomo! – Il Novello Francesco in terra di Agropoli (Edizioni Porziuncola, Assisi).

Altrettanto significativa l’amicizia con Danilo Dolci, con il quale aveva collaborato dal 1980 alla morte, dedicandogli alcuni saggi, pubblicati su giornali e periodici, tra cui Misure Critiche dell’Università di Salerno e Azione nonviolenta, la rivista fondata nel 1964 da Aldo Capitini. Pochi giorni dopo la prematura dipartita del poeta-educatore fondò ad Agropoli l’associazione nazionale Amici di Danilo Dolci.

Più di recente Germano Bonora aveva pubblicato per Demian Edizioni “Il nonno si racconta. Intervista dei nipoti” e collaborato con l’Associazione Spirito Francescano per la riscoperta della storia di San Francesco ad Agropoli

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

2 commenti

  1. Ho dei bellissimi ricordi di Germano, specialmente del periodo in cui soggiornai per un lungo periodo nella sua casa di Ogliastro.
    Ricordo che lui, pur impegnato nella carriera di studente universitario, non manco’ di farmi sentire a mio agio con la sua vicinanza.
    All’epoca ero un diciottenne con poca esperienza di vita e mi trovavo molto lontano da casa, Germano seppe starmi vicino e proprio per questo, ancora oggi la ricordo come una bellissima esperienza.
    Inoltre, non posso fare a meno di menzionare zia Caterina, molto attenta anche lei nei miei confronti, lo zio Nicola e il caro Sebastiano. Ho avuto il piacere di illustrare queste sue pubblicazioni : Canti Cilentani di “Cesarina Scarpa ( mia nonna) -2010” Edizioni Thyrus- “Il Nonno si racconta”2011- Damian Edizioni (copertina) “Riverberi aforismi di oggi Allo specchio massime di ieri” 2015″ edizioni Thyrus
    Caro Germano ti ricorderò sempre con affetto e profonda stima.

    Rino Polito

  2. Un galantuomo colto e di spessore in tutti i campi dello scibile. Una rarita’ al giorno d’oggi. Germano è stato un amico e un confidente.. Tenace in cio che credeva ed in cio che sperava.. Sensibile alle miserie umane.. Mi manchera’ motissimo..!