Gold Metal Fusion
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Ceraso: domani apre il ristorante multietnico gestito da migranti

Per i minori ospiti del centro di accoglienza la cittadinanza onoraria

Domani, Martedì 19 febbraio, alle ore 15.30, nella suggestiva cornice di Palazzo Di Lorenzo, a Ceraso sarà presentato il progetto “ContaminAzioni” nato nell’ambito dello SPRAR Comune di Ceraso, gestito da Apeiron Cooperativa sociale. Un percorso innovativo di valorizzazione del territorio, scambio e condivisione che ha come obiettivo quello di costruire un polo d’eccellenza “Open Space”, un modello di integrazione sociale e lavorativo innovativo che faccia del multiculturalismo un punto di forza.

Partendo dalle tradizioni italiane e straniere si vuole attivare un processo di ideazione, produzione, distribuzione attraverso la realizzazione di un Ristorante multietnico che prevede l’utilizzo dei prodotti coltivati su beni confiscati alle mafie e che, al contempo, sia uno spazio aperto in cui promuovere la cultura dell’accoglienza attraverso la realizzazione di diverse iniziative culturali.

«Il sogno che si sta provando a realizzare è un luogo aperto dove non esistano disuguaglianze, un luogo dove possano nascere delle opportunità di formazione, di lavoro e di integrazione dove il diritto al vivere, alla bellezza, al gusto è un diritto di tutti» si legge in una nota di Apeiron Cooperativa sociale «attraverso questa esperienza vogliamo raccontare come il Progetto SPRAR e le risorse pubbliche, possano, in questo delicato momento storico, essere una straordinaria opportunità per le aree interne, per la nostra Regione e più in generale per il Paese» continuano. Durante la presentazione del progetto si riunirà il Consiglio comunale di Ceraso monotematico che conferirà la cittadinanza onoraria ai minori stranieri presenti nel territorio comunale. Un gesto simbolico, significativo e importante, che può dare un segnale positivo e allo stesso tempo essere volano per iniziative ulteriormente concrete.

A seguire gli interventi di: Avv. Gennaro Maione Sindaco Comune di Ceraso, Emiliano Sanges Presidente Apeiron Coop. Soc., Vincenzo Romagnuolo Assessore ai Beni Confiscati Comune di Pignataro Maggiore (CE), Laura Marmorale Assessore ai diritti di cittadinanza e alla coesione sociale del Comune di Napoli, Luisa Cavaliere Associazione Culturale Festinalente, Dott. Riccardo Russo Servizio Centrale S.P.R.A.R, Don Luigi Ciotti Presidente Ass.Libera. Modererá Ottavio Ragone, Resp. Redazione Repubblica Napoli. Al termine della presentazione, alle ore 19:00, ci sarà la firma protocollo d’intesa “Azioni contro il caporalato” tra Apeiron Cooperativa sociale, Less ONLUS, Copagri Campania, Uila Campania. La giornata si concluderà con un buffet, presso il Ristorante Multietnico, con i prodotti coltivati nei beni confiscati alle mafie e restituiti alla collettività.

Tags

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito