Gold Metal Bank
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Navi da crociera e mega yacht a Palinuro, il porto cambierà volto

Da approdo di pescatori a scalo per la sosta di super yacht e piccole navi da crociera

CENTOLA. Da approdo di pescatori a scalo per la sosta di super yacht e piccole navi da crociera. Il porto di Palinuro si prepara a cambiare volto. di Centola, infatti, è tra i comuni destinatari di fondi della Regione Campania (leggi qui). L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Carmelo Stanziola ha le idee chiare su come utilizzare i 22milioni di euro. Non vuole creare un porticciolo turistico come gli altri presenti nel basso Cilento, ma vuole puntare su un mercato redditizio in forte espansione: quello dei (ricchi) turisti del mare.

Il nuovo progetto prevede il potenziamento dell’offerta diportistica con l’allungamento della testata del molo, l’ampliamento e il consolidamento della banchina per accogliere al meglio yacht e piccole navi da crociera, la pavimentazione in pietra dell’intera area portuale, il ripristino dell’info point sul porto e il miglioramento dei servizi di rifornimento idrico ed elettrico. Inoltre verranno aggiunti una serie di servizi di primo livello utili ad intercettare mega yacht e navi da crociera di piccola stazza – spiegano dall’ufficio tecnico – ma anche tesi a garantire sicurezza della navigazione e offerta di qualità.

«Si tratta di un’’opera di vitale importanza per il decollo del nostro territorio – ha spiegato il sindaco Carmelo Stanziola – il porto di Palinuro diventerà un salotto accogliente per tutti i turisti che ogni anno decidono di arrivare nel Cilento via mare. Credo che vi siano le condizioni affinchè Palinuro diventi la “Portofino” del Cilento e possa finalmente puntare anche sul turismo crocieristico”. L’inizio dei lavori è previsto per il 2019. Il progetto è stato diviso in due lotti, il primo di 9.849.508 (già finanziato) e il secondo di 12.924.491. «Siamo pronti a conquistare quella fetta di mercato di un settore che movimenta milioni di persone – ha aggiunto Stanziola – lo riteniamo determinante per la nostra economia, ma soprattutto abbiamo la consapevolezza che viviamo in uno dei luoghi tra i più invidiati d’Italia».

E anche il numero di presenze turistiche dello scorso anno fanno ben sperare. «Palinuro è una delle poche località che non ha risentito della crisi. Anzi il 2018 – tiene a precisare il primo cittadino – è stato un anno importante: il Frecciarossa, le Cinque Vele, la bandiera blu, la bandiera blu per gli approdi turistici e la bandiera Verde per il nostro mare a misura di bambino. E poi decine di servizi sulle tv nazionali che hanno esaltato le nostre bellezze».

Tags

Un commento

  1. Ben venga il turismo, ma non così. Il Cilento si è preservato ANCHE perché il turismo di massa è stato lontano (in primis per le difficoltose vie di collegamento). Con questo non voglio dire dovremo restare così per sempre, con strade rovinate e senza potenziare gli altri collegamenti, ma deturpare (perché così andrà a finire) un posto meraviglioso come l’attuale Porto di Palinuro, affinché grandi navi possano attraccare portando centinaia di turisti alla volta, non credo sia la strada giusta.

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker