Sala Consilina: SLA e Assistenza Domiciliare, bilancio positivo per il Distretto Sanitario

Si chiude con un bilancio positivo il 2018 per quanto riguarda l’assistenza fornita dal servizio di assistenza domiciliare integrata del Distretto sanitario di Sala Consilina alle persone affette dalla Sla. Da settembre infatti l’Asl Salerno ha autorizzato il Distretto ad effettuare a domicilio la terapia con il farmaco Edaravone ai pazienti che hanno una serie di requisiti legati al decorso della malattia e valutati periodicamente dai neurologi dell’ospedale “Ruggi” di Salerno, centro di riferimento regionale per la Sclerosi laterale amiotrofica.
I pazienti che fanno capo al Distretto sanitario di Sala Consilina vengono sottoposti presso la loro abitazione ai cicli trimestrali di somministrazione del farmaco e ciò viene fatto alla presenza di un infermiere inviato dal Distretto e del medico di base del paziente. L’Edaravone è un farmaco antiossidante già sperimentato in Giappone sia nello stroke sia nella sla. Dal 2017 è disponibile negli Usa e, ora, anche in Italia. In uno studio pubblicato sulla rivista “Lancet neurology”, l’Edaravone si è mostrato efficace nel ridurre i punteggi della scala di gravità della Sla rispetto al placebo. Il motivo dell’utilizzo di un antiossidante risiede nell’ipotesi che nella Sla la morte neuronale sia prodotta dallo stress ossidativo causato dai radicali liberi.
Per i pazienti che invece non rientrano nel programma di assistenza domiciliare, il farmacio viene somministrato nel reparto di neurologia dell’ospedale “Luigi Curto” di Polla.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE