Affare Fatto
AttualitàCilentoVallo di Diano

Chiusura punti nascita di Polla e Sapri, Cgil chiede revoca del piano di rientro sanitario

Proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori

Il segretario della Camera del Lavoro “G. Federico” della Cgil Sapri, Domenico Vrenna, chiede l’immediata revoca del decreto del commissario ad acta per il piano di rientro della sanità della Regione Campania del 5 novembre che “Immotivatamente e con grave danno della salute e della sicurezza delle popolazioni del Vallo di Diano e del Golfo di Policastro chiude i reparti di ostetricia e ginecologia degli ospedali di Polla e di Sapri e riduce anche i posti letto dei due ospedali in reparti utili ed essenziali quali quello di chirurgia”.

Per questo è stato proclamato “lo stato di agitazione” di tutti i lavoratori del Golfo di Policastro, invitandoli alla partecipazione alla manifestazione popolare di protesta che si terrà in Sapri il 22/11/2018 alle ore 9.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito