Affare Fatto
Serie DSport

Serie D: la Gelbison ferma la capolista Picerno

Al "Morra" finisce 1 a 1

Al Morra di Vallo della Lucania la Gelbison affrontava oggi la capolista Picerno nel turno infrasettimanale. Un match delicato: i rossoblu vallesi sono precipitati in zona playout, dato che prima di questo match conservavano solo un solo punto di vantaggio sul Francavilla dopo la sconfitta di Sorrento, situazione che ha fatto chiudere la società nel silenzio stampa e dato adito a voci di un possibile esonero di De Felice in caso di sconfitta in questo match e domenica a Taranto. Rossoblu che volevano invertire il trend in casa, dove è arrivata prima di questa partita appena una vittoria.

I lucani di Giacomarro avevano vinto ben 7 gare su 9: numeri che facevano paura specie se abbinati a quelli del potenziale offensivo a disposizione, ben 23 gol segnati a fronte degli 11 subiti. Assente per la capolista Agresta, dal primo minuto spazio al tandem Santaniello- Esposito con Kosovan che partiva dalla panchina. Nella Gelbison Rossi non recuperava, spazio dal primo minuto a l’altro Esposito, “Sasà” in mediana. In attacco Merkaj veniva impiegato in tandem con Evacuo.

La cronaca del match: prima conclusione per i vallesi al 6′, ma la punizione di Manzillo terminava a lato di poco.
All’ 11′ arrivava il vantaggio ospite: gran palla lavorata da Esposito sulla sinistra, traversone per Santaniello che di testa solo davanti a D’ Agostino insaccava. Al 22′ bella sgroppata dalla destra del solito Esposito lucano, di testa ci provava Ligorio: ottimo D’Agostino ad opporsi. Due minuti più tardi la risposta dei padroni di casa, ma Ferraioli da buona posizione, seppur defliato, spediva la palla alta. Al 28′ Gelbison vicina al pari: discesa sulla destra di Mejri, tocco ravvicinato nell’area piccola di Evacuo, ma mentre la palla scavalcava il portiere in uscita, provvidenziale risultava il salvataggio di Vanacore sulla linea. Al 34′ Santaniello vinceva un contrasto con De Angelis in area, ma calciava debolmente tra le braccia di D’Agostino. Al 40′ la scucchiaiata di Conte, sugli sviluppi di un calcio di punizione trovava la testa di Esposito, palla che terminava vicino all’ angolino della porta difesa dall’ estremo difensore vallese. Non accadeva più nulla sino al fischio finale del primo tempo, che vedeva la conduzione da parte degli uomini di Giacomarro per 1-0.

La ripresa si apriva con un’ occasione vallese dopo appena 50″: bella combinazione Evacuo- Merkaj, bravo Coletta in uscita. La risposta ospite finiva sui piedi di Esposito, ma la sua conclusione dal limite era bloccata senza problemi da D’Agostino. Al 52′ arrivava il pareggio dei padroni di casa: bravo Merkaj ad intercettare una palla vagante in area, alzandola e colpendola con una spettacolare rovesciata che si insaccava imparabilmente alle spalle di Coletta. Al 55′ era ancora uno scatenato Esposito a rendersi pericoloso per i lucani, ma il suo tiro al volo veniva bloccato dal portiere vallese. Di seguito non accadeva nulla di rilevante fino al 71′, a provarci dal limite era Bassini. Un minuto più tardi ancora Picerno pericoloso, assist del solito Esposito e tiro del neo entrato Kosovan a fil di palo.  Al 76′ De Felice sostituiva un poco proficuo Evacuo con Tandara. In questa fase il Picerno continuava a fare la partita, con una Gelbison schierata per sfruttare le ripartenze. Giacomarro inseriva la punta Tedesco, predisponendo il tridente offensivo. All’ 88′ ci provava Mejri, bloccava Colella. Il risultato non cambiava dopo i 6′ di recupero, il match terminava dunque sull’ 1-1. Un punto importante per la truppa di De Felice allo scopo di muovere la classifica.

Tags

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito