Forlenza
CuriositàVallo di Diano

Sanza: la tradizione della Transumanza

Un'antica usanza che si ripete da secoli

Nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, ogni anno, ai primi raggi caldi del sole di primavera e al tramontare del caldo estivo, avviene la Transumanza.

Dalla stalla alla montagna e viceversa, la Transumanza ha attraversato i secoli e i millenni e costituito un elemento fondante della tradizione e della cultura del territorio.

Mandrie di mucche che attraverso antichi e collaudati sentieri, si spostano per raggiungere il luogo prescelto.

Un suono assordante di campanacci, una melodia per i mandriani che accompagnano, devoti e attenti, la carovana che lentamente attraversa i luoghi: pianure, centro abitato, colline e montagne.

Uno spettacolo all’occhio, di chi casualmente ha la fortuna di osservarlo.

Una tradizione che ha forgiato un territorio e creato un paesaggio unico, fatto di tratturi e sterrati calcati da uomini, con i loro fedeli cani, mucche e anche da lupi, in un costante scambio di sguardi, ora feroce, ora pacifico.

Un’ impresa di millenaria fattura che ha segnato la storia e la cultura,
una consuetidine che vive e continuerà a farlo nella grazia e nella bellezza incontaminata che l’accompagna da sempre.

Continua dopo la pubblicità
Tags
Continua dopo la pubblicità
blank
Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it