Tolomeo
CilentoPolitica

Vallo della Lucania: antenna, teatro e auditorium, arriva l’interrogazione dei consiglieri 5 Stelle

Chiesti chiarimenti all'amministrazione comunale

VALLO DELLA LUCANIA. Antenna ex Tim in via Canonico Di Vietri, teatrino comunale e auditorium Leo De Berardinis. Sono questi gli argomenti di due interrogazioni presentate dai consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, Pietro Miraldi e Anellina Chirico.

Problema antenne

In merito all’antenna, il gruppo pentastellato, già nella primavera 2017, raccolse 835 firme di cittadini che richiedevano la rimozione del traliccio e delle antenne su di esso installate. Il caso, sempre su richiesta dei due esponenti della minoranza, fu discusso anche in consiglio comunale. In quel contesto l’amministrazione si impegnò a mantenere aperto un “tavolo di lavoro con le compagnie di telecomunicazioni per sensibilizzarle sulla più razionale distruzione delle antenne sul territorio comunale nel rispetto della sensibilità dei cittadini firmatari della petizione”. Ad oggi, però, alle parole non sono seguite i fatti. Di qui la richiesta di sapere “quali misure e azioni siano state intraprese al fine di vigilare sul rispetto e l’applicazione del Regolamento Comunale sulle antenne, con particolare riferimento all’antenna sita in via Canonico Di Vietri oggetto della suddetta petizione e di discussione in Consiglio Comunale”.

Teatrino ed auditorium

Per quanto concerne le strutture comunali, i 5 Stelle chiedono chiarimenti sul mancato funzionamento del teatrino comunale, sul mancato affidamento ad una fondazione dell’auditorum Leo De Berardinis. “Vi sono i collaudi? Sulle stesse vi è n’assicurazione di responsabilità civile?” chiedono i consiglieri Miraldi e Chirico. “Il teatrino comunale, oggetto in passato di opere di restauro e di ammodernamento, non è mai stato messo in funzione nonostante numerose richieste di associazioni amatoriali”, evidenziano gli esponenti del Movimento 5 Stelle, contestando anche il mancato affidamento in gestione dell’auditorium ad una Fondazione, come previsto in una precedente delibera consiliare. “Siamo di fronte ad un bilancio fallimentare e ad un modello progettuale inesistente” concludono Pietro Miraldi e Anellina Chirico.

Tags

3 commenti

  1. Interrogazioni,Lettere e via discorrendo. Troppo semplice così. Perché non inviate una missiva anche per la pace nel mondo??? Questi Miraldi e Chirico solo parole, parole, parole,parole …………………………………………………………ed intanto hanno consegnato il 5stelle di Vallo alla Banca del Cilento
    I fatti stanno a zero
    PENTITA di averli votati. In tutta sincerità. Non hanno nulla dei 5 stelle nazionali. Gli altri attivisti che li hanno scelti dovrebbero chiedere scusa a tutti noi del movimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito