Tolomeo
AttualitàIn Primo PianoVallo di Diano

Settore olivicolo in ginocchio: agricoltore di Auletta chiede riconoscimento dello stato di calamità

"Anno difficile, quasi nulla la produzione di olio extravergine"

AULETTA. Una lettera al Ministro dell’Agricoltura, alla Regione Campania, al Prefetto, e alle autorità locali, per chiedere l’avvio delle procedure di riconoscimento dello stato di calamità naturale. L’iniziativa è di Christian Addesso, il quale scrive in rappresentanza di imprenditori agricoli e titolari di frantoi oleari del comprensorio del Tanagro ed in particolare dell’area tra Auletta e Pertosa.

“Quest’anno è stato piuttosto difficile – esordisce Addesso – il nostro è un territorio a forte vocazione agricola e la maggiore produzione riguarda il comparto olivicolo che quest’anno per vari fattori ha fatto, purtroppo, rendere quasi nulla la produzione di olio extravergine d’oliva”.

I problemi sono molteplici a cominciare dal maltempo che, in particolare tra il 28 e il 29 ottobre, ha determinato la caduta delle già poche olive presenti sugli alberi. La conseguenza, oltre alla mancata produzione d’olio, è la perdita di lavoro per i numerosi braccianti agricoli del territorio, oltre che per i frantoi. Di qui la richiesta di riconoscimento dello stato di calamità naturale “dando modo – scrive Addesso – a noi imprenditori agricoli di poter far fronte ai danni subiti e alla conseguente perdita di risorse economiche”.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito