Coppa Italia di Eccellenza: la Polisportiva batte di misura la Virtus Avellino

La gara di ritorno è in programma tra una settimana

La Polisportiva S.Maria apre l’annata calcistica con la Coppa Italia: allo stadio Carrano i locali, nella gara valevole per il primo turno della manifestazione, incrociano la Virtus Avellino. Le due formazioni, inserite nel gruppo B di Eccellenza campana, si ritroveranno a campi invertiti, per il match di ritorno, la prossima settimana. La Polisportiva, guidata dal tecnico Pirozzi, schiera Spicuzza tra i pali, Trabelsi, Fiorillo, Itri e Fariello in difesa, in mediana agiscono De Sio, Fernando e Ammendola, con Altieri, Romano e Teneriello davanti.

I padroni di casa, sotto la direzione del signor Matteo, di Sala Consilina, sono i primi a creare panico nell’area avversaria: al secondo di gioco il tiro-cross di Fiorillo viene bloccato da Robertiello, estremo difensore irpino.

La sfida nella fase iniziale propone poche emozioni, le due formazioni si studiando senza affondare particolarmente il colpo.
Al ventesimo un’occasione per parte: per gli ospiti Gambino, in contropiede, schiaccia troppo il suo destro che si perde sul fondo, sul ribaltamento di fronte Romano vede il suo traversone deviato, tra i brividi, in angolo da Maresca. Alla mezz’ora Cucciniello, numero 10 biancoverde, costringe Spicuzza all’intervento in presa bassa, il portiere giallorosso è bravo a bloccare in due tempi. Nei tre di recupero Spicuzza blocca una punizione ravvicinata, poi Tenneriello manca, da buona posizione, la rete del vantaggio giallorosso, la prima frazione termina cosi senza reti.

Nell’intervallo Pirozzi striglia i suoi che partono benissimo. Al quinto Polisportiva si fa viva con Romano, l’esterno destro calcia in maniera potente ma poco precisa. Al nono i giallorossi passano: Ammendola calcia alla perfezione una punizione con il destro, la palla si insacca all’angolino dove non può arrivare Robertiello. Gli ospiti subiscono il colpo e sembrano scomparire dal campo: è la Polisportiva a creare scompiglio, nei sedici metri avversari, senza trovare però lo specchio della porta. A metà frazione, tra i cilentani, Altieri, molto generoso nel suo operato, lascia il campo a Tiboni. La punta dopo due minuti viene colpita vistosamente al volto, la terna arbitrale non è dello stesso avviso, Tiboni, probabilmente, dice qualche parolina di troppo all’arbitro beccandosi il rosso. La Polisportiva, in dieci, raddoppia alla mezzora: Romano è bravo a destreggiarsi al limite dell’area, il suo destro supera Robertiello facendo esultare i tifosi di fede giallorossa. A dieci dalla fine Pirozzi toglie anche Tenneriello inserendo Di Gregorio, poco dopo, nella girandola dei cambi, Petrillo rileva Ammendola e Paragano prende il posto di Romano. A cinque dalla fine Spicuzza è super negando la rete, intervenendo con il piede destro, a Salvato. Il numero uno non può nulla sul colpo di testa ravvicinato di Modano, che batte di testa in maniera vincente. Nel finale i padroni crescono ma non riescono ad agguantare il pareggio.

CONTINUA A LEGGERE
blank

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it