Tolomeo
CilentoPolitica

Castellabate, piano parcheggi: la proposta del consigliere Maurano

Piano predisposto da comune accentua la mancanza di aree di sosta e stalli

CASTELLABATE. “L’organizzazione dei parcheggi pubblici predisposta dall’Amministrazione accentua ancor di più la mancanza di aree di sosta e stalli con ripercussioni sull’intero territorio sia dal punto di vista dell’ attrattività che della vivibilità dello stesso”. A sottolinearlo il consigliere di minoranza Luigi Maurano.

“Pensate solo che Piazza Matarazzo (comunemente conosciuta come Piazza Padre Pio) e Piazza Comm. A.Izzo (sotto il Comune per intenderci) sono a pagamento per tutto l’anno dalle ore 7.00 di mattina alle 2.00 (giorno seguente) – evidenzia – In pratica i due parcheggi più vicini agli ingressi del Corso Matarazzo a S.Maria sono a pagamento anche in pieno inverno. Questo non certo incentiva l’affluenza, già scarsa, di quel periodo”.

“Ci sono zone, poi, che in estate non fanno registrare le stesse presenze serali rispetto ad altri luoghi del nostro territorio”, aggiunge, facendo riferimento a “tutta la fascia costiera inserita nel piano parcheggi 2018 che parte dal Lungomare De Simone fino al Lungomare Bracale a S.Maria e di Via Porto a S.Marco. Luoghi nei quali sono presenti molte attività commerciali che potrebbero beneficiare di una libertà di parcheggio in orario serale. Invece, ad oggi, il parcheggio deve essere pagato dalle 7.00 di mattina alle 2.00 (giorno seguente)”.

“Una riduzione dell’orario, invece, è già stato effettuata solo per Piazza Luna Rossa a S.Marco e per  Via Naso a S.Maria, quest’ultima successivamente divenuta area pedonale nelle ore serali”, prosegue Maurano.

Di qui la proposta di “modificare l’attuale piano parcheggi chiedendo di lasciare libere Piazza Matarazzo e Piazza Izzo a S.Maria dal 1 Ottobre al 31 Marzo al fine di garantire un servizio che incentivi dal punto di vista logistico il commercio per l’attività delle zone interessate e chiedendo di ridurre l’orario di pagamento (disponendo l’obbligatorietà   del ticket solo dalle 7.00 alle 21.00)  per tutta la zona costiera che va dal Lungomare De Simone al Lungomare Bracale a S.Maria e Via Porto a S.Marco. In questo modo la sera tali luoghi risulteranno di più facile fruibilità e scelta per turisti e cittadini, decongestionando anche il traffico nelle zone centrali del territorio e distribuendo equamente il flusso serale”.

“Viste, poi, le tante segnalazioni di difficoltà di parcheggio nelle zone ZTL da parte dei possessori degli appositi pass, la proposta contiene anche la richiesta di utilizzare una segnaletica orizzontale idonea  a far percepire immediatamente l’indisponibilità dello stallo a chi è sprovvisto del pass oltre ovviamente ad una vigilanza più efficace”, aggiunge il consigliere di minoranza che conclude: “È una proposta a favore di tutti: dei cittadini che per poter parcheggiare senza lo stress del grattino e della relativa scadenza sono attualmente costretti a fare venti giri di macchina; delle attività commerciali delle zone interessate, in quanto sicuramente ci sarebbe un maggiore afflusso; del territorio che ne gioverebbe in termini di vivibilità e attrattività logistico/turistica”.

Tags

Un commento

  1. Mi meraviglia che nell’articolo non si faccia parola della deplorevole situazione – presente su tutto il territorio comunale di Castellabate – dei pochissimi o inesistenti posti riservati alle auto munite di contrassegno di persone disabili . Nel grande parcheggio di piazza Padre Pio, ad esempio, ce ne è uno solo mentre è ben visibile l’avviso che i disabili che occupano gli altri posti devono pagare la sosta. Situazione analoga, se non peggiore, c’è in ogni altra parte e in ogni aerea di parcheggio comunale. È una situazione che non esito a definire vergognosa, soprattutto per una località a grande vocazione turistica i cui amministratori dimostrano una assoluta mancanza di sensibilità.

Ti potrebbero interessare