Studio Di Muro
AlburniAttualità

Castelcivita: cinque milioni per il Convento di Santa Gertrude

L'imponente edificio rivedrà l'antico splendore

CASTELCIVITA. Oltre 4 milioni di euro per il Convento di Santa Gertrude. Il progetto, ammesso a finanziamento dalla Regione Campania Fondi POR FESR 2014/ 2020, ha come finalità il recupero, la riqualificazione, il consolidamento e la rimessa in funzione dell’antico Monastero di Santa Sofia (Convento di Santa Gertrude).

Ad annunciarlo il sindaco Antonio Forziati.

Per tre secoli nel Convento di Santa Gertrude, dal 1605 al 1903, vissero vita claustrale le religiose aderenti all’Ordine di Santa Chiara. Dal 1903 fino agli anni ‘70 ha ospitato le suore appartenenti all’ordine benedettino di Santa Gertrude. Fu sede in seguito della scuola dell’obbligo per circa quarant’anni fino a quando, nel 1990, fu dichiarato inagibile. L’imponente edificio, oltre ad essere la testimonianza della vita quotidiana nella Terra di Castelluccia, oggi Castelcivita, dei bisogni e dei sentimenti religiosi di un popolo, documenta l’architettura e l’arte della civiltà degli Alburni dal XVI al XIX secolo. Di notevole rilievo è il grande dipinto presente nella navata della Chiesa raffigurante la Deposizione, opera di Giovanni De Gregorio detto il Pietrafesa, uno dei più noti artisti del Seicento lucano. Il Monastero domina l’intera vallata attraversata dal fiume Calore e si distingue per i suoi caratteri di austerità e semplicità.

Il suo riuso nelle intenzioni dell’amministrazione comunale è necessario ed indispensabile per contribuire alla vita, alla salvaguardia, tutela e valorizzazione, non solo dello stesso Monastero, ma dell’intero borgo antico.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare