Rifiuti lungo le strade cilentane: accordo con l’Anas per la pulizia

Si punta a risolvere il problema delle strade trasformate in discariche

MORIGERATI. Puntualmente con l’arrivo dell’estate le principali strade del comprensorio cilentano si trasformano in vere e proprie discariche. Il problema si presenta soprattutto sulla Sp430, Cilentana, ma anche sulla Bussentina l’arteria che collega il Golfo di Policastro con il Vallo di Diano.

Le strade delle vacanze, quindi, diventano colme di rifiuti. Cumuli di spazzatura vengono abbandonati in piazzole di sosta. Il fenomeno, già presente da settimane se non da mesi sul tratto, al termine di ogni fine settimana estivo aumenta ancor di più. Colpa di alcuni villeggianti “incivili” ma anche degli stessi cittadini.

Ecco perché qualche amministratore locale intende intervenire. “Non è possibile fare trovare il nostro territorio in queste condizioni”, ha detto il primo cittadino di Morigerati Cono D’Elia. “Anche le strade rappresentano una vetrina per chi arriva in Cilento e dobbiamo farle trovare in condizioni decorose”. Ecco perché il sindaco cilentano ha annunciato un accordo con l’Anas almeno per quanto riguarda la Bussentina. Saranno le amministrazioni comunali i cui territori sono attraversati dall’importante arteria ad intervenire, facendosi carico della pulizia periodica della strada dai rifiuti. “E’ anche facendo attenzione a queste piccole cose che possiamo migliorare l’aspetto del nostro territorio”, ha detto D’Elia.

Resta il problema della Cilentana dove spesso si trova di tutto, da ingombranti a pneumatici, carta, plastica e buste di indifferenziata. In passato l’Anas è stata costretta a chiudere una piazzola nei pressi di Omignano per evitare l’accumulo di spazzatura. Nelle scorse settimane fu la Provincia, tramite i propri operai, a garantire un intervento di pulizia ma il problema si ripresenta in continuazione

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Luisa Monaco

Appassionata di fotografia, studia all'accademia delle arti. Ama scrivere e disegnare, segue la politica e la cronaca del suo territorio.