Camerota: minoranza torna ad attaccare l’amministrazione Scarpitta.

Note congiunga sui lavori di dragaggio del porto

Con una nota congiunta, il gruppo di opposizione ‘Camerota Riparte’, torna ad attaccare l’amministrazione Scarpitta. L’ennesima goccia che ha fatto traboccare il vaso, secondo Pierpaolo Guzzo: “sono i lavori per il dragaggio del porto che non termineranno prima del 31 luglio. È un ritardo inaccettabile”.

blank

Già negli scorsi giorni erano montate le proteste di alcuni turisti che lamentavano il colore torbido dell’acqua in prossimità del cantiere dove sono in fase di esecuzione i lavori per il dragaggio del bacino portuale.

“I turisti sono molto arrabbiati (eufemismo usato da Guzzo), questi lavori non possono essere ultimati in piena estate. Fortunatamente non ci sono problemi di inquinamento dell’acqua al momento, ma questa è l’ennesima dimostrazione di come il sindaco risulti essere inadeguato nel gestire situazioni cosi complesse e delicate”. Stesso discorso vale per i lavori di asfalto delle strade cittadine della perla del Cilento.

“Siamo contenti che le strade vengano asfaltate – prosegue il consigliere Guzzo – anche se questi interventi sono opera della ditta che sta realizzando il depuratore e quindi non riconducibili all’amministrazione Scarpitta, ma ancora una volta dobbiamo registrare l’enorme ritardo con il quale il sindaco ha programmato questi interventi. Il primo cittadino – ha concluso l’esponente dell’opposizione – oltre a non programmare nulla di nuovo non riesce a gestire nemmeno le opere a lui lasciate in eredità. Anziché perdere tempo sui social nel tentativo di accreditarsi meriti che non gli appartengono, il sindaco si concentri sui tanti problemi seri del territorio”.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it